Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il senso del volontariato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 spazi di libertà e spontaneità, pur di entrare in rapporto con le istituzioni pubbliche mediante convenzioni o agevolazione varie. 7 In senso largo, il terzo settore, comprendente anche le associazioni di volontariato, viene ad essere definito dai seguenti criteri da P. P. Donati 8 : I. Una cultura che spinge singoli individui, singole famiglie e singoli gruppi sociali a relazionarsi in maniera solidale verso gli altri (estranei, non familiari); in concreto, per chi compie azioni di volontariato, vengono eluse motivazioni e finalità puramente economiche ( di lucro, profitto, vantaggio materiale o monetario, fringe benefits ecc.); il che può essere garantito dal fatto che nello statuto o atto costitutivo dell’organizzazione sia previsto il “ non distribution constrain”. Per semplificare, la cultura di chi opera nel volontariato rifugge sia dalla mentalità di chi si affida a meccanismi sistemici (propri della macchina statale o burocratica), sia dalla mentalità di chi si affida alla “mano invisibile” del mercato (che non serve certo a chi è povero, emarginato, senza potere). II. Una auto-regolazione dell’attore che si ispira a norme che vanno dal puro dono allo scambio di reciprocità ( però sempre senza finalità di vantaggio economico). 7 Proprio con questa legge la differenza tra Terzo settore e Volontariato diventa ancora più evidente, in quanto, ha stabilito che le organizzazioni di volontariato sono solo quelle che non si avvalgono di prestazioni professionali retribuite. Il terzo settore è una componente della nostra società che si distingue dallo Stato e dal Mercato, La diversità è nella finalità che muove le attività svolte in ciascuno di questi mondi: lo Stato agisce per garantire ai cittadini gli interventi pubblici stabiliti dalle leggi, il Mercato per avere il massimo profitto dalla speculazione economica privata, il Terzo settore per promuovere e realizzare iniziative di solidarietà sociale. 8 P.P. Donati, Sociologia del terzo settore,op. cit., p. 40.

Anteprima della Tesi di Stefania Accardo

Anteprima della tesi: Il senso del volontariato, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Stefania Accardo Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 32567 click dal 30/08/2006.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.