Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Al limite della danza. Studio antropologico di due laboratori di danza contemporanea.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 1. La danza contemporanea. Cenni storici e sviluppi La cosiddetta danza moderna, nata e cresciuta al di fuori e contro le convenzioni del balletto classico, costituisce un elemento fondamentale per la comprensione della cultura teatrale contemporanea. La sua nascita è legata alla progressiva crisi del mondo del balletto che tocca il suo apice alla fine del 1800: il nuovo secolo sente il bisogno di altre spinte creative. E’ su questa base che si innestano le rivolte della danza libera europea e della modern dance americana (L. Bentivoglio, 1985). 1 Per comprendere il senso e la portata dell’elaborazione creativa che la danza contemporanea mette in atto, occorre quindi innanzitutto individuare ed esaminare gli ambiti nei quali si muove e da cui prende vita. Tipico processo artistico occidentale, il movimento contro le forme tradizionali del balletto classico-accademico e a favore di una rifondazione globale della danza ha avuto, come è noto, due sedi privilegiate: gli Stati Uniti e la Germania. Mentre l’America si concentrò sullo sviluppo della modern dance, la danza libera europea ebbe un’ascesa rapidissima in Germania ma fu presto bloccata dal regime nazista, negli anni Trenta, e riemerse negli anni Settanta con il Tanztheater di Pina Bausch (Solingen, 1940) e Susanne Linke (Luneberg, 1944).(E. Casini Ropa, 1990). 1 L.Bentivoglio, partendo dalle premesse storiche della danza libera di inizio Novecento, segue le tappe principali dello sviluppo della danza in America e in Europa, fino agli sviluppi degli Anni 80. La definizione “danza libera” vuole sottolineare il cambiamento della filosofia del movimento: il plesso solare diventa il punto di partenza del movimento contrariamente alla danza classica che assumeva la schiena come punto di controllo di tutti i movimenti.

Anteprima della Tesi di Daniela Lucato Formentin

Anteprima della tesi: Al limite della danza. Studio antropologico di due laboratori di danza contemporanea., Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Daniela Lucato Formentin Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5182 click dal 24/08/2006.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.