Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rapporto di lavoro e privacy

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 La privacy è oggi anche il diritto di ciascuno alla protezione e al controllo dei propri dati personali e della loro circolazione perché sempre più soggetti pubblici o privati raccolgono, detengono e trattano i dati personali per offrire beni e servizi, ma devono garantire la sicurezza di tali dati e renderli disponibili al consenso e al controllo degli aventi diritto. Questa è la seconda anima, di nuovo conio, del diritto alla privacy che riflette un’intima connessione col progresso tecnologico: i computers sono capaci non solo di raccogliere e archiviare masse enormi di informazioni, ma anche di consentire con rapidità l’accesso e la circolazione di tutti i dati memorizzati attraverso l’interconnessione dei sistemi. Lo sviluppo tecnologico consente all’individuo, da un lato, di limitare al massimo o addirittura di sottrarsi alla continua esposizione delle proprie azioni alla collettività, ma, dall’altro lato, gli stessi mezzi che hanno la funzione di proteggerlo dal controllo altrui sono capaci di catalogare e registrare ogni singola azione, di conservare la memoria di quanto ha fatto e quindi di creare nuove e sempre più invadenti forme di intrusione nella vita privata. Le orecchie e gli occhi dei vicini sono così stati sostituiti da strumenti di ascolto ben più penetranti e invasivi. 8 Rientra nella privacy altresì il diritto alla personalità delle proprie decisioni e alla tutela della propria identità personale. Questa accezione assume sempre una maggiore importanza in relazione alla raccolta dei dati in rete per la creazione della c.d. identità elettronica che può determinare usi distorti e utilizzazioni 8 G. Busia, voce Riservatezza (diritto alla), in Digesto Disc. Pubbl.

Anteprima della Tesi di Nancy Bonasera

Anteprima della tesi: Rapporto di lavoro e privacy, Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Nancy Bonasera Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4758 click dal 17/11/2006.

 

Consultata integralmente 36 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.