Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'autotutela nel diritto tributario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 differenti funzioni, quali quelli di controllo sugli atti o di decisioni dei ricorsi. Visioni parziali che hanno enfatizzato alcuni aspetti, sottovalutandone altri nel tentativo di pervenire ad una nozione unitaria dei vari fenomeni. Infatti se l’annullamento governativo può pure inserirsi in un’ampia eccezione di controllo, solo attraverso una forzatura si potrebbe sostenere che in quest’ultima possa rientrare anche l’autoannullamento, mancando l’elemento dell’alterità tra organo controllante e organo controllato 6 . Per quanto riguarda la teoria che definisce l’annullamento d’ufficio come espressione di potere di impugnativa, questa apparirebbe condivisibile se l’istituto non avesse assunto, in sede giurisprudenziale, le caratteristiche che si sono evidenziate e se si fosse imposto, invece, un differente modello, come è avvenuto nell’ordinamento francese, nel quale all’amministrazione il potere di annullamento è riconosciuto solo se viene esercitato entro lo stesso termine previsto per l’impugnazione da parte del privato destinatario dell’atto 7 . Altro seguito ha ricevuto, e tuttora riceve, la teoria che vede nell’autotutela l’origine del potere in esame. L’autotutela va intesa come “quella parte di attività amministrativa con la quale la stessa pubblica amministrazione provvede a risolvere i conflitti attuali o potenziali, insorti con altri soggetti, in relazione ai suoi provvedimenti o alle sue pretese” 8 . I poteri in discussione rientrano in questa costruzione a fondamento delle quali si propone “ l’esistenza di un conflitto potenziale, cioè una 6 CONTIERI, op. cit., p.42. 7 CONTIERI, op. cit., p. 43. Sulla dottrina francese: DE LAUBADERE, Traitè élémentaire de Droit administratif, Paris 1963, p. 272 e ss.. Un esempio di potere di annullamento d’ufficio esercitatile solo entro un certo limite temporale è previsto nel nostro ordinamento dall’art.3, III comma D.P.R. 30.6.72 n. 748, il quale dispone che il Ministro può annullare per motivi di legittimità (o revocare per ragioni di merito) entro quaranta giorni dall’adozione gli atti posti in essere dal suo dicastero. Sul sistema di sottoporre ad un termine di decadenza l’esercizio del potere di annullamento, si vedano le osservazioni di DE VALLES, Annullamento d’ufficio e interesse pubblico, in Foro it., 1951, III, p.279 e ss., “o la concessione di questo potere è pericolosa e non è opportuno lasciarlo sussistere per un anno; o non lo è, e non ci sono ragioni per limitarlo nel tempo”. 8 BENVENUTI, op. cit., p.538.

Anteprima della Tesi di Filippina Azzolina

Anteprima della tesi: L'autotutela nel diritto tributario, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Filippina Azzolina Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10381 click dal 22/12/2006.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.