Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicare il servizio offline e online: polizia di prossimità e siti web della polizia italiana, inglese e spagnola

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 1.1.1 La polizia di Stato, le origini e la riforma Nei decenni anteriori all’unità d’Italia, non si può parlare di veri e propri corpi di Polizia: a parte i “Soldati di Giustizia”, istituiti il 29 dicembre 1770 da Carlo Emanuele III , la Legione truppe leggere per il servizio doganale (poi divenuto Corpo delle Guardie doganali nel 1862 ed infine Guardia di Finanza ne 1881), ed il Corpo militare di Polizia,le funzioni di polizia venivano prevalentemente assolte, negli Stati pre-unitari, da amministratori a carattere civile. Venivano via via organizzati corpi di Polizia, come la Guardia Mobile (1801) ed i Carabinieri nello Stato Pontificio , entrambi sul modello della gendarmeria francese, ma tali istituzioni erano inadatte per essere impiegate autonomamente in operazioni di ordine pubblico. Fino ad allora era l’esercito a mantenere l’ordine “costituito” negli Stati italiani, in caso di crisi politiche e di sommosse popolari. La gestione dell’ordine pubblico da parte dell’esercito continuerà anche nell’Italia unita, all’incirca fino al 1917, soprattutto per mezzo di un istituto non previsto dallo Statuto albertino: la dichiarazione di “stato d’assedio”. Degli eserciti pre-unitari, quello meno utilizzato in funzioni di polizia era quello piemontese, e ciò a causa delle esigenze politiche di Casa Savoia , tradizionalmente assai più impegnata in conflitti militari rispetto agli stati italiani. In questo contesto è allora spiegabile il fatto che il Corpo dei Carabinieri reali fosse inserito a tutti gli effetti nell’esercito. Mentre i Carabinieri nascono con il ritorno dei Savoia in Piemonte, la Pubblica Sicurezza nasce con lo Statuto, cioè con l’affermazione politica e sociale della borghesia. Formata dalle classi medie, la Guardia nazionale si basava su un ordinamento militare e democratico che prevedeva, fatto più unico che raro, l’elezione da parte delle truppa dei propri ufficiali, sottufficiali e caporali. Il 30 settembre 1848, con la legge n° 798, veniva istituita l’Amministrazione della Pubblica Sicurezza, inquadrata nel Ministero dell’Interno in quale subentrava al Ministero della Guerra nel mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica. Quattro anni più tardi la legge 11 luglio 1852 n° 1404 dava alla luce il Corpo delle Guardie di pubblica Sicurezza, cioè l’attuale Polizia di Stato. Con l’istituzione di questa nuova forza di polizia, la Guardia nazionale perde d’importanza, mentre i Carabinieri

Anteprima della Tesi di Antonietta Lutero

Anteprima della tesi: Comunicare il servizio offline e online: polizia di prossimità e siti web della polizia italiana, inglese e spagnola, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Antonietta Lutero Contatta »

Composta da 246 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3391 click dal 28/11/2006.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.