Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi di alcune tecniche di tromboendoarteriectomia (teac) carotidea attraverso un approccio di tipo interazione fluido-struttura (FSI)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 Aterosclerosi: patologia e diagnostica ___________________________________________________________________________ -4- È noto che le mutazioni patologiche dei componenti intimali possono essere collegate con l’aterosclerosi, la malattia più comune delle pareti arteriose, nel corso della quale si realizza un deposito di sostanze grasse, calcio, fibre di collagene, residui cellulari e fibrina (proteina implicata nella coagulazione del sangue), proprio a livello subendoteliale. La media è lo strato centrale della parete dell'arteria e consiste in una complessa rete tridimensionale di cellule di muscolo liscio, fibrille di collagene e di elastina. La disposizione delle lamine elastiche divide la media in un numero variabile di strati mediali concentrici a fibra rinforzata ben definiti. Il numero di lamine elastiche diminuisce verso la periferia dell’albero arterioso (parallelamente alla diminuzione del calibro dei vasi) fino a essere appena presenti nelle arterie muscolari. La media è separata dall’intima e dall’avventizia rispettivamente dalla lamina elastica interna e dalla lamina elastica esterna (assente nei vasi sanguigni cerebrali), rispettivamente. Nelle arterie muscolari queste lamine costituiscono le strutture principali, mentre nelle arterie elastiche sono appena distinguibili dalle lamine elastiche normali. Rappresenta lo stato più corposo dell’intera arteria e, per quanto riguarda la carotide, è spessa circa 0,33 mm. La struttura della media varia in funzione della posizione del vaso nell’albero arterioso: nelle arterie di grosso calibro la media risulta prevalentemente elastica, mentre nelle arterie di medio e piccolo calibro risulta prevalentemente muscolare.     

Anteprima della Tesi di Michele Spinelli

Anteprima della tesi: Analisi di alcune tecniche di tromboendoarteriectomia (teac) carotidea attraverso un approccio di tipo interazione fluido-struttura (FSI), Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Michele Spinelli Contatta »

Composta da 232 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1462 click dal 14/12/2006.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.