Skip to content

Hans Vaihinger (1852-1933) e la 'Philosophie des Als Ob'. Studio storico-genetico, critico e bibliografico sulla teoria finzionistica della conoscenza

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
X Theorie") da noi tralasciata (insieme con la parte supplementare: "Zweiter Teil. Spezielle Ausführungen", citata all'occorrenza nell'analisi delle singole finzioni). Come il 'falso' trova necessariamente la sua norma nel 'vero' (Spinoza, Etica, II, sc. 43), così il concetto di 'finzione' sorge dall'opposto e complementare concetto di 'realtà'. Vaihinger ha già precisato che la 'realtà' è sensazione: dunque la finzione si forma nella psiche operando sul dato sensoriale. Le operazioni possono essere irriflesse (in questo caso è più proprio parlare di 'funzioni adattive' attivate da una sorta di "intelligenza della specie", piuttosto che di 'finzioni' consapevoli) e in parte intenzionate (le vere e proprie 'finzioni scientifiche'). Ciò significa che la finzione non è un prodotto generato solo in seno alla scienza, ma è un frutto che nasce ad un livello molto più profondo, fin nella costituzione originaria della conoscenza – ossia nella formazione delle categorie. Queste, lungi dal costituire la realtà fenomenica, sono il prodotto di primordiali finzioni analogiche soggette alle leggi evolutive e, dunque, mutevoli nel tempo. Più in particolare: ad un livello elementare, la formazione delle finzioni riposa sul movimento delle sensazioni che nel loro fluire caotico si attraggono, si condensano e si combinano agevolando il lavoro di raffronto e comparazione compiuto dalla funzione logica. (Nella spiegazione psicogenetica, V. usa spesso e volentieri analogie di tipo meccanicistico che rivelano influssi provenienti dalla scuola neo-herbartiana: la psicolinguistica di Steinthal, l'associazionismo di Bain, la psicofisica di Wundt. Molte sono le citazioni dalla logica di Lotze: ad es. la teoria dei 'centri di similarità'. Stretta è la connessione con l'empiriocriticismo di Avenarius: ad. es. la concezione economica del pensiero, e con il positivismo critico di Laas: ad es. le operazioni logiche che conformano la finzione). I modi specifici in cui avviene nella psiche la trasformazione delle sensazioni in finzioni – o, in altri termini, come avviene la falsificazione della realtà – costituisce la pars destruens (molto dettagliata), alla quale segue la pars construens (che si limita a riconoscere l'indubbia efficacia pratica, certificata empiricamente, di quelle stesse falsificazioni). Posti i due caratteri antitetici della Fiktion, è ora possibile formulare il 'problema capitale' della teoria della conoscenza: com'è possibile che il pensiero giunga al 'vero' (inteso come 'successo nell'approccio alla realtà') sulla base del 'falso' (giacché calcoli e previsioni che consentono tale corretto approccio procedono da un prodotto contraffatto, falsificato)? Vaihinger propone la sua soluzione (sebbene molti commentatori abbiano osservato che egli, in realtà, non 'spieghi', ma si limiti ad 'osservare e riferire') estendendo il 'metodo degli errori antitetici' dall'ambito della scienza a quello dell'intera conoscenza. Il 'segreto' del metodo è il seguente: si commette un (mirato) errore e lo si annulla con un secondo errore di segno opposto. Un esempio lampante di questa bizzarra dialettica è illustrato dalla seguente finzione: "Il cerchio è un'ellisse con i fuochi a distanza zero" (abbiamo sottolineato i due errori). L'ultimo paragrafo del capitolo colloca la finzione all'interno di un abbozzo di 'storia della conoscenza': la finzione è qui vista come uno 'stadio' (non necessario, ma auspicabile) nella conoscenza di un qualsiasi oggetto, accanto allo stadio ipotetico e dogmatico. 'Auspicabile', abbiamo precisato: giacché lo stadio finzionale è lo stadio che esprime al meglio l'atteggiamento critico, consapevole e edificante – il quale si situa nel giusto mezzo fra il pretestuoso illusorio ottimismo dei dogmatici e il disperante distruttivo pessimismo degli scettici. Ai primi tre capitoli è fatta seguire una tabella (TAB. 3, pag. 145) mediante la quale è possibile collazionare lo sviluppo degli argomenti seguito da V. nelle Logische Untersuchungen (1876) con quello presente nelle seguenti forme della PhAO: a) editio maior, 1911; b) traduzione (parziale) inglese, 1924; traduzione (parziale) italiana, 1967.
Anteprima della tesi: Hans Vaihinger (1852-1933) e la 'Philosophie des Als Ob'. Studio storico-genetico, critico e bibliografico sulla teoria finzionistica della conoscenza, Pagina 10

Preview dalla tesi:

Hans Vaihinger (1852-1933) e la 'Philosophie des Als Ob'. Studio storico-genetico, critico e bibliografico sulla teoria finzionistica della conoscenza

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Claudio Corsi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Carla De Pascale
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 287

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

als ob
filosofia delle finzioni
finzion
hans vaihinger
kantgesellschafte
kantstudien
neocriticismo
neokantismo
philosophie des als ob
positivismo idealistico
teoria della conoscenza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi