Fra governance e programmazione partecipata: il Piano Sociale di Zona nel distretto di Sondrio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 “programmazione, progettazione, realizzazione del sistema locale dei servizi sociali a rete”, così si afferma nell’articolo 6, comma 2, lettera a, in merito alle funzioni dei Comuni. Gli Enti locali, primariamente i Comuni, associati fra loro negli ambiti territoriali, diventano i motori della riforma; ma sulle nuove funzioni dei Comuni si tornerà più avanti. I valori sui quali si fonda e di cui si fa promotrice la legge 328 sono l’uguaglianza, l’universalismo dei diritti, la dignità umana, la libertà, la solidarietà, la democrazia, con particolare riferimento alla partecipazione attiva dei cittadini, delle associazioni sindacali, e soprattutto delle organizzazioni del terzo settore alla programmazione, alla coprogettazione delle nuove politiche sociali. Le finalità generali definite nella legge quadro vengono elencate nell’articolo 1, comma 1 e sono: 9 la creazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali; 9 la promozione di interventi per garantire la qualità della vita, pari opportunità, non discriminazione e diritti di cittadinanza; 9 la prevenzione, l’eliminazione, la riduzione delle condizioni di disabilità, bisogno e disagio individuale e familiare derivanti da inadeguatezza di reddito, difficoltà sociali e condizioni di non autonomia. L’obiettivo della legge 328 che preme di più sottolineare è quello riguardante la realizzazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali, che può essere creato attraverso lo sviluppo di una programmazione partecipata dei servizi socio-assistenziali a livello locale, vale a dire mediante la nascita di partnership, di relazioni strutturate tra soggetti istituzionali e organizzazioni del terzo settore per una cooperazione attiva e una definizione condivisa di obiettivi, ruoli e responsabilità, dentro un sistema di governance locale del welfare.

Anteprima della Tesi di Lucia Marveggio

Anteprima della tesi: Fra governance e programmazione partecipata: il Piano Sociale di Zona nel distretto di Sondrio, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Lucia Marveggio Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3262 click dal 22/01/2007.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.