René Girard e la storia delle religioni: mimetismo e meccanismo vittimario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Anche in Flaubert è possibile ritrovare il desiderio secondo l'altro nel personaggio di Emma Bovary, che imita tutto ciò che è possibile imitare dei modelli che ha scelto, ovvero le eroine romantiche conosciute durante l'adolescenza tramite la lettura e desidera attraverso il tramite di queste stesse eroine. La presenza di quest'Altro sembra mettere in discussione il concetto di individualismo alla base della modernità, che ci mostra l'uomo come essere libero e autonomo nelle sue scelte, analogamente a quanto accade in campo letterario con la figura dell'eroe romantico. Non sempre la figura del mediatore appare distaccata dalla scena, come avviene nel caso di Amadigi e Don Chisciotte. Spesso il mediatore desidera l'oggetto, rendendolo immensamente desiderabile agli occhi del soggetto: si verranno così a creare due desideri identici e concorrenti. Ciò avviene per la maggior parte dei desideri stendhaliani, dove il mediatore è al contempo modello e ostacolo e " … il modello indica al discepolo la porta del paradiso e con uno stesso e unico gesto gli impedisce di entrare ". 2 Avremo così due categorie fondamentali in cui raggruppare le opere romanzesche: in un caso si parlerà di mediazione esterna quando le relazioni tra soggetto e mediatore sono tali da non permettere il contatto. Avremo mediazione interna quando la distanza si riduce e le due sfere si compenetrano più o meno profondamente. Quando il mediatore frappone degli ostacoli tra il soggetto e l'oggetto il suo prestigio invece che indebolirsi si accresce. Il soggetto prova nei confronti del modello un sentimento lacerante, l'odio, che scaturisce da una sentita venerazione e da un acceso rancore. 2 R. GIRARD, Struttura e personaggi del romanzo moderno, Milano 1965, p. 12.

Anteprima della Tesi di Davide Piazza

Anteprima della tesi: René Girard e la storia delle religioni: mimetismo e meccanismo vittimario, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Davide Piazza Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5013 click dal 23/01/2007.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.