Skip to content

Comunicazione ed integrazione delle politiche per l’attuazione della sostenibilità.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 nuovi problemi della città contemporanea, poiché nel momento in cui si decide di salvaguardare un gruppo sociale, inevitabilmente se ne limita un altro. La soluzione sembra porsi allora nella “solidarietà e cooperazione tra gruppi sociali diversi, tra etnie diverse, solidarietà con i gruppi sociali più deboli e vulnerabili, solidarietà intergenerazionali, autodeterminazione delle comunità urbane, […] autocostituzione delle scelte e ricostituzione dei valori e bisogni fondamentali”. Solidarietà e cooperazione sono il leitmotiv dei principi fondamentali elaborati a Rio de Janeiro come esito della Conferenza delle Nazioni Unite sull'Ambiente e lo Sviluppo, svoltasi nel giugno 1992 ed organizzata in seguito alla presa di coscienza a livello mondiale del “progressivo degrado ambientale, causato da una sempre più consistente interferenza delle attività umane con i naturali cicli ecologici della biosfera” (Comune di Roma, 1998). Le conclusioni della Conferenza ruotano attorno a cinque principi fondamentali che si rifanno ai temi del diritto di garantire lo sviluppo delle generazioni future, della questione dell'integrazione all'interno delle politiche economiche dei problemi e costi ambientali, dell'impegno dei paesi maggiormente sviluppati nei confronti degli altri in quanto maggiormente responsabili dell'attuale degrado ambientale, dell'esortazione a non usare come pretesto la mancanza di fondatezza scientifica di fronte a gravi problemi per rimandarne la risoluzione. Infine è ribadita l'importanza della partecipazione dei cittadini a tutti i livelli per affrontare le questioni ambientali. Come esito finale sono state approvate due Convenzioni internazionali, sui cambiamenti climatici e sulla conservazione delle biodiversità, concretizzate inoltre dall'adozione dell'agenda per il XXI secolo (Agenda 21) “che definisce le azioni da intraprendere per riconvertire lo sviluppo ai principi della sostenibilità ambientale”. “Poiché gran parte dei problemi e delle soluzioni affrontati nell’Agenda 21 hanno le proprie radici in attività locali, la partecipazione e la cooperazione delle autorità locali costituirà un fattore determinante nel raggiungimento di questi obiettivi”: così si apre il capitolo 28, Iniziative delle autorità locali in supporto dell’Agenda 21, della sopra menzionata Agenda 21, a conferma del “potere” insito nelle amministrazioni locali in quanto dirette interlocutrici con i destinatari finali: i cittadini. In attuazione di tale programma, seguendo le proposte del documento di Rio, le autorità locali, i rappresentanti di associazioni di città si sono attivate nel corso degli ultimi dieci anni al fine di aumentare cooperazione e coordinamento attraverso consultazioni periodiche, con l'intento di “rivedere le strategie e valutare in quale misura questo supporto internazionale potrebbe essere mobilitato in modo migliore”. 1.6 Ambiente urbano sostenibile Infine, ammesso che si debbano indicare come “ambienti urbani”, piuttosto che come città, i luoghi ove oggi vive la maggior parte della popolazione, e ritenuto che il nuovo paradigma della sostenibilità debba entrare a far parte del nostro quotidiano, resta da capire come sia possibile coniugare due concetti a prima vista antitetici. Dai tempi della rivoluzione industriale “gli urbanisti hanno abbandonato e rinunciato al progetto, nel senso che lo hanno svuotato della creazione, sostituendolo con il piano”, accompagnato dalla “rottura, in sintesi, del legame sociale, istituzione fondante della città” (Scandurra, 1997)9. 9 Da qui alla fine del paragrafo tutte le citazioni fanno riferimento a Scandurra, 1997, salvo ove specificato.
Anteprima della tesi: Comunicazione ed integrazione delle politiche per l’attuazione della sostenibilità., Pagina 9

Indice dalla tesi:

Comunicazione ed integrazione delle politiche per l’attuazione della sostenibilità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

progettazione ambienti urbani sostenibili
  Autore: Anna Uttaro
  Tipo: Tesi di Master
Master in
Anno: 2002
Docente/Relatore: Paolo Ceccarelli
Istituito da: Università degli Studi di Ferrara
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 106

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agenda21locale
comunicazione
ferrara
sostenibilità
urbanistica partecipata

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi