Politiche comunitarie, statali e regionali in tema di e-government

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

neologismi legati ad ambiti tecnologici. La ragione di ciò è intuitiva: non sempre in italiano esistono parole adatte a tradurre neologismi stranieri legati alla tecnologia, e quindi si potrebbe dare un significato totalmente diverso al fenomeno. Oppure quell’ambito tecnologico non è abbastanza conosciuto nel nostro paese e la traduzione letterale provocherebbe inevitabilmente fraintendimenti nella stragrande maggioranza dei lettori e degli utenti. E da noi, in Italia, il problema è proprio questo: l’alfabetizzazione elettronica non è ancora a livelli tali da permetterci di parlare in termini tecnici in materia senza il rischio di essere fraintesi; il cosiddetto digital-divide, appunto il divario d’alfabetizzazione elettronica, esistente all’interno della popolazione italiana, è ancora talmente ampio che questo rischio esiste, è concreto e serio. Perciò, fornire gli strumenti per far capire ai potenziali destinatari dei nostri discorsi ciò di cui tratteremo, prima di iniziare a parlarne, è una regola di rispetto e educazione verso gli altri- oltre che una necessità, se vogliamo essere capiti da più persone possibili- che dovrebbe valere in ogni ambito dell’agire umano; e a maggior ragione dovrebbe essere applicata in ambiti e materie come quelle tecnologiche dove non tutti, anzi pochi, sono in grado di districarsi senza perdersi. E allora, prima di parlare di governo o amministrazione elettronica, vediamo di capire meglio di cosa si tratta; cerchiamo un compromesso, una definizione che stia a cavallo, a metà strada tra quella più articolata di cui all’inizio del paragrafo, e quella più scarna e diretta di e-government come governo o amministrazione elettronica, appunto; ma una definizione che serva semplicemente ad individuare e capire subito di cosa stiamo parlando, senza pretese di esaustività; e allora possiamo dire che e-government non è altro che l’erogazione, a cittadini e imprese, dei servizi della Pubblica Amministrazione attraverso l’uso delle nuove tecnologie; sostanzialmente attraverso internet. Ciò significa che il documento digitale sostituisce o meglio, sostituirà, il documento cartaceo. Ma questa novità ha bisogno di un cambiamento a monte: l’ammodernamento della stessa PA! Infatti, è inutile, anzi, è impossibile per chiunque, o qualunque istituzione, erogare servizi nuovi e/o in modo totalmente nuovo prima di adattarsi a questi nuovi modi; vale a dire senza prima adattare le proprie strutture, la propria organizzazione e le proprie risorse umane ai nuovi modi di operare ed, eventualmente, ai nuovi prodotti da erogare (senza dimenticare che, spesso, i nuovi modi d’erogazione dei soliti servizi trasformano anche questi rendendoli 3

Anteprima della Tesi di Riccardo Mereu

Anteprima della tesi: Politiche comunitarie, statali e regionali in tema di e-government, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Riccardo Mereu Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1454 click dal 25/01/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.