L'ultima battaglia di Giovanni Paolo II. Il Vaticano e i suoi rappresentanti nei giorni convulsi della guerra contro l'Iraq; le relazioni internazionali della Santa Sede negli articoli e negli editoriali dei maggiori giornali italiani

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 1.4. Un papa controverso: i viaggi e lo sport Karol Wojtyla ha apportato una indiscutibile carica di novità al ruolo di responsabilità e rappresentanza della chiesa tutta. Nel suo lunghissimo pontificato ha saputo fare della sua caparbietà un punto di forza e, con il passare del tempo, l’opinione pubblica è stata sempre più affascinata da quest’uomo vitale e combattivo, seppur sofferente. Le stesse reazioni commosse seguite alla sua morte, le lunghe file per ossequiarne la salma, la folla oceanica che ha presenziato al suo funerale (officiato dal suo futuro successore Benedetto XVI) e gli striscioni presenti in Piazza San Pietro inneggianti ad una sua santificazione immediata, sono indizi del grande affetto che lo ha circondato, tra alti e bassi, per gran parte dei ventisette anni del suo pontificato. Secondo don Gianni Baget Bozzo 10 , Giovanni Paolo II ha operato una riduzione della funzione istituzionale e abitudinaria associata all’immagine del seguace di Pietro, a favore di una tutta personale. Sono molteplici gli opinionisti dell’ambiente secondo cui papa Wojtyla non si è mai trasformato totalmente in Giovanni Paolo II ma ha sempre conservato il suo forte carisma individuale, caratterizzandosi come un papa della missione piuttosto che del governo. Personalità controversa, che poco si è aperta alle istanze più progressiste, ha saputo comunque portare una ventata di aria nuova senza mai operare riforme ufficiali, in un sistema impantanato da secoli in formule, riti e tradizioni protette da un’aurea sacra che sembra non accusare lo scorrere del tempo. La carica di novità propria di questo pontificato non si è espressa, o non ha saputo farlo, in maniera rigorosa, in una rivoluzione dogmaticamente ordinata, come risultato di una riflessione dell’intera Chiesa. 10 In Ortodossia e liberazione. Un’interpretazione di papa Wojtyla,di Gianni Baget Bozzo, Saggi Rizzoli, Milano 1981.

Anteprima della Tesi di Silvia Di Mella

Anteprima della tesi: L'ultima battaglia di Giovanni Paolo II. Il Vaticano e i suoi rappresentanti nei giorni convulsi della guerra contro l'Iraq; le relazioni internazionali della Santa Sede negli articoli e negli editoriali dei maggiori giornali italiani, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Silvia Di Mella Contatta »

Composta da 189 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1870 click dal 30/01/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.