Il potere della festa: quando il privato diventa pubblico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il potere della festa: quando il privato diventa pubblico sopperire al bisogno di comunità irrealizzato: si prende un vecchio farmaco per sanare nuove ferite, sperando che il valore curativo sia rimasto intatto nel tempo. Benché questa serie di elementi caratterizzi l'intero universo di celebrazioni festive, le differenti modalità di partecipazione ci permettono di distinguere le feste pubbliche da quelle private. In realtà più che di due insiemi separati, il rapporto che lega le une alle altre è più che altro di intersezione: una parte di elementi e di rituali propri delle feste pubbliche vengono consumati in privato, ed emozioni e riti intimi e privati si svolgono sotto gli occhi di tutti. Ovviamente la dimensione dell'intersezione cambia in base alle feste, ai luoghi, ai tempi e ai gruppi sociali: in molte celebrazioni africane la partecipazione collettiva raggiunge il culmine eliminando ogni elemento 'privato' dalla ritualità7; mentre molti eventi nell'occidente europeo vengono celebrati esclusivamente in forma privata, escludendo l'altro e la comunità dai festeggiamenti8. In risposta a bisogni totalmente nuovi e ad una società sempre più multietnica, negli ultimi anni si sta assistendo a fenomeni che capovolgono il normale svolgersi delle celebrazioni festive. Dopo secoli di 'privatizzazione', riemerge il bisogno 7 www.missioni-africane.org 8 Bataille Georges, op. citata 13

Anteprima della Tesi di Antonella Tria

Anteprima della tesi: Il potere della festa: quando il privato diventa pubblico, Pagina 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Antonella Tria Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3995 click dal 30/01/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.