Il rapporto tra evasione fiscale ed efficienza aziendale. Implicazioni su crescita dimensionale, concorrenza e mercato del lavoro

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il Rapporto tra Evasione Fiscale ed Efficienza Aziendale aziendale e il ricorso a manodopera non qualificata. Risulta fondamentale, quindi, verificare la rispondenza nella realtà di queste indicazioni teoriche. A tal fine, nel terzo capitolo, verranno presentati sinteticamente due lavori empirici che analizzano il caso italiano e forniscono ulteriori ed interessanti spunti di riflessione sul tema del sommerso. Cappariello e Zizza (2004), in particolare, propongono un’indagine nella quale analizzano il ruolo delle variabili economico-istituzionali nel determinare l’elevata disparità dei tassi di irregolarità tra le regioni italiane. Il loro lavoro si sofferma sull’apparente contrasto tra la presenza di una regolamentazione omogenea a livello nazionale e l’evidenza di un ampio divario a livello regionale, e presenta una tassonomia dei fattori che, a livello di impresa, possono risultare determinanti nella scelta di ricorrere al lavoro irregolare, vincolando le imprese a soluzioni organizzative subottimali (ad esempio in termini di scala produttiva e localizzazione). Il lavoro di Ercoli (2005), invece, si sofferma sul legame che intercorre tra evasione, variabili istituzionali e crescita dimensionale delle imprese. Questo lavoro, è dedicato alla verifica dell’esistenza di una relazione non parametrica tra evasione e dimensione aziendale e si avvale di dati relativi ad accertamenti effettuati dall’amministrazione fiscale tra il 1991 e il 1996. Secondo l’autore la scelta di evadere non è separabile in assoluto dalla scelta di quanto produrre: elementi quali la probabilità di accertamento e l’applicazione di differenti regimi contabili in relazione alla dimensione dichiarata dell’impresa sono fattori non neutrali rispetto alla scelta della dimensione aziendale da assumere. Per ultimo, dopo aver esaminato sia gli aspetti teorici che quelli empirici, si cercherà, nelle considerazioni finali, di combinare ed integrare le conclusioni desumibili dalle varie teorie per giungere ad una visione più organica del fenomeno. 4

Anteprima della Tesi di Antonio Castellano

Anteprima della tesi: Il rapporto tra evasione fiscale ed efficienza aziendale. Implicazioni su crescita dimensionale, concorrenza e mercato del lavoro, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Antonio Castellano Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6762 click dal 01/02/2007.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.