Relazioni esterne dell'Unione Europea: uno sguardo alle relazioni con il Giappone.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Ł integrata dalle politiche (previste dal secondo pilastro) e forme di cooperazione (previste dal terzo pilastro) instaurate dal Trattato stesso14. Nonostante le innumerevoli discussioni e i dibattiti condotti negli anni e riguardanti la personalit giuridica d ell Unione non sembravano chiarire definitivamente tale questione, una svolta importante si Ł avuta con il Trattato di Amsterdam, le cui novit affronteremo nel paragrafo successivo. Quello che al momento ci interessa sottolineare Ł che uno dei motivi dell importanza di questo Trattato, nell ambito dell Unione europea, consiste nell inserimento nel TUE di un articolo, precisamente l articolo 24 15, che riconosce all Unione europea la competenza a stipulare accordi internazionali16, ma lascia ancora fuori il discorso sulla personalit giuridica dell Unione. In effetti secondo alcuni autori l articolo 24 del Trattato che istituisce l Unione europea conferisce implicitame nte personalit giuridica all Unione, riconoscendole la capacit di concludere accordi internazionali nell ambito del Titolo V e del Titolo VI 17. ¨, comunque, grazie all articolo in questione che l Unione ha potuto concludere accordi con Paesi Terzi, come ad esempio i due accordi conclusi nel 2001 con la Repubblica Federale Jugoslava (RFJ) 14 Daniele L., op. cit., saggio a cura di A. Tizzano p.41. 15 Articolo 24 TUE recita come segue: Quando ai fini dell attuazione del presente titolo, occorre concludere un accordo con uno o piø Stati od organizzazioni internazionali, il Consiglio, deliberando all unanimit pu autorizzare la Presidenza, assistita se del caso dalla Commissione, ad avviare i negoziati a tal fine necessari. Tali accordi sono conclusi dal Consiglio, che delibera all unanimit su raccomandazione della Presidenza. Nessun accordo Ł vincolante per uno Stato membro il cui rappresentante in sede di Consiglio dichiari che esso deve conformarsi alle prescrizioni della propria procedura costituzionale; gli altri membri del Consiglio possono convenire che l accordo si applichi a titolo provvisorio nei loro confronti. Il presente articolo si applica anche nelle materie contemplate nel titolo VI . 16 Daniele L., op. cit., saggio a cura di A. Tizzano p.62. 17 Nota di G. Amato alla Convenzione con oggetto <> del 31 maggio 2002 punto 7.

Anteprima della Tesi di Fabrizio Ferrara

Anteprima della tesi: Relazioni esterne dell'Unione Europea: uno sguardo alle relazioni con il Giappone., Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Fabrizio Ferrara Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3620 click dal 02/02/2007.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.