Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il processo di sviluppo dell'E-government: il caso E-mountain Lazio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

20 che, al contrario, non lo siano, o che trascurino di farlo, non subiscono i condizionamenti della concorrenza. Questo è il motivo per il quale nel settore pubblico, sino a poco tempo fa, erano mancati approcci all’innovazione, ritenuti non necessari a causa del ruolo non concorrenziale svolto dalla pubblica amministrazione. Solo negli ultimi anni si è avvertita l’esigenza di importanti spinte verso l’innovazione, dovute alla necessità di far fronte a esigenze di ordine diverso derivanti dalla necessità di adeguarsi ai parametri di efficienza delle pubbliche amministrazioni in campo europeo, di rispettare le condizioni previste da Maastricht. Se l’obiettivo primario della pubblica amministrazione è rappresentato dalla piena soddisfazione di bisogni espressi dal cittadino, è evidente come venga ad assumere sempre maggiore rilevanza l’identificazione e l’affermazione di un processo di qualità della prestazione quale componente fondamentale che qualifica il sistema di offerta di ciascuna azienda pubblica e che coinvolge il complesso delle strutture e dei soggetti che, a vario titolo, sono chiamati a “fare qualità” attraverso una motivata partecipazione e puntando ad acquisire il consenso del pubblico. In tal senso le amministrazioni pubbliche devono costantemente monitorare i bisogni dei cittadini sotto tre diversi punti di vista: - bisogni impliciti, ossia quel tipo di esigenze che il cittadino ritiene sia scontato che il servizio soddisfi; - bisogni espressi, cioè quei particolari aspetti od elementi che egli non ritiene siano sicuramente compresi nel servizio, ma che desidera ottenere e che quindi richiede in modo palese; - bisogni latenti, ossia elementi del servizio che il cittadino non conosce ma che si presume gradirebbe se gli fossero offerti. In un tale contesto, l'orientamento al cittadino-cliente significa dunque non solo soddisfare i bisogni impliciti e quelli espressi, ma anche 9 : a) ricercare continuamente la qualità latente; 9 Cfr. GALGANO A., 1990, La qualità totale, Milano, Il sole 24 Ore.

Anteprima della Tesi di Eugenio Biordi

Anteprima della tesi: Il processo di sviluppo dell'E-government: il caso E-mountain Lazio, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Eugenio Biordi Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1573 click dal 02/02/2007.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.