Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilità amministrativa degli enti dipendente da reato: il modello organizzativo, di gestione e di controllo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- la previsione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti delle persone giuridiche, qualora i responsabili abbiano commesso il reato a loro vantaggio o nel loro interesse; - la previsione, in ipotesi connotate da maggior gravità del fatto materiale, di sanzioni diverse, tra cui la confisca, la chiusura o la sospensione dell’attività dell’ente. A fronte di una delega di così vasta portata, però, il legislatore delegato ha inteso elaborare una disciplina alquanto selettiva, di fatto attuando soltanto una ratifica ed esecuzione degli obblighi minimi imposti dalla convenzioni e dai protocolli internazionali, addivenendo, in tal modo, alla formazione del decreto legislativo dell’ 8 giugno 2001, n. 231, disciplinante la responsabilità “amministrativa” delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica. 1.4. I problemi generali della responsabilità prevista dal decreto legislativo 231 del 2001 L’intento di delineare una forma di responsabilità dell’ente compatibile con le istanze dottrinali e i principi normativi ha indotto il legislatore delegato a costruire una responsabilità amministrativa “ibrida”. Questa scelta, che porta gli estensori della normativa a dichiarare nella Relazione di aver istituito un tertium genus nella responsabilità diretta, ha indotto parte della dottrina a ridimensionare la portata innovativa della disciplina contenuta nel decreto, affermando che una vera 12

Anteprima della Tesi di Emanuela Spizzo

Anteprima della tesi: La responsabilità amministrativa degli enti dipendente da reato: il modello organizzativo, di gestione e di controllo, Pagina 9

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Emanuela Spizzo Contatta »

Composta da 217 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10417 click dal 07/02/2007.

 

Consultata integralmente 47 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.