Il demansionamento nel rapporto di lavoro subordinato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

nella speranza che l’autorevolezza di quest’ultima riesca a sollecitare un orientamento uniforme in merito. La dinamica ora descritta, con i problemi sorti in ambito probatorio, è all’origine della crisi della tradizionale funzione della tutela risarcitoria; non essendo questa idonea a dare una risposta alle istanze di tutela della persona, parte della dottrina prende atto di come non si faccia un adeguato uso degli strumenti di tutela preventiva predisposti dal nostro ordinamento, mentre altra parte vede con entusiasmo l’affermarsi della funzione punitivo-preventiva della responsabilità civile. D’altronde, se è vero che gli strumenti di tutela preventiva, se presi singolarmente, si dimostrano inidonei a garantire un’effettiva e piena tutela della persona, non se ne può inferire l’inutilità degli stessi; la conclusione cercherà di sottolineare da un lato come il codice civile lasci spazio ad un perfezionamento delle stesse (si pensi al c.d. astreinte), dall’altro come queste ultime, opportunamente combinate tra di loro (e con la tutela risarcitoria), possano contribuire con efficacia ad evitare il realizzarsi dell’evento dannoso e a ridurre gli alti costi sociali connessi alle conseguenze dell’evento. 5

Anteprima della Tesi di Renato Locatelli

Anteprima della tesi: Il demansionamento nel rapporto di lavoro subordinato, Pagina 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Renato Locatelli Contatta »

Composta da 99 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7473 click dal 07/02/2007.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.