Skip to content

Competenze amministrative e sussidiarietà

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 Il federalismo racchiude alcuni valori della sussidiarietà 20 , ma non ne offre da solo il conseguimento. La sussidiarietà – intesa come il riconoscimento dimensione federale propria dello Stato, secondo la quale la ripartizione del potere tra diversi livelli territoriali è essenziale per realizzare quella vicinanza dei governanti ai governati, valore primario della democrazia. Al principio federale tradizionale il principio di sussidiaretà verticale aggiunge un elemento importante, costituito dalla necessità di giustificare l’esercizio, da parte del livello di governo superiore, delle competenze attribuite per costituzione sulla base di accertate inadeguatezze del livello inferiore. Cade così uno dei dogmi classici della teoria dello Stato di stampo ottocentesco, quello secondo cui la decisione del legislatore non richiede giustificazioni, essendo questi, a priori, l’interprete della “volontà generale”. Sussidiarietà verticale, invece, significa valutazione dello stato dei fatti, perseguimento di efficienza, valorizzazione di iniziative decentrate, in vista di una realizzazione effettiva e non presunta del bene comune. (…) Nel suo significato di sussidiarietà orizzontale questo principio, affermando che lo Stato interviene solo quando l’autonomia della società risulti inefficace, si contrappone all’idea di una cittadinanza di mera partecipazione e promuove invece una cittadinanza di azione in cui è valorizzata la genialità creativa dei singoli e delle formazioni sociali. Così viene riconosciuto alla persona il diritto di iniziativa, se ne afferma a un tempo la responsabilità sociale e si valorizza la persona stessa come protagonista della vita associata, soggetto capace di rispondere, nella libera associazione con altri, a esigenze e bisogni della società. In questa sua valenza antistatalistica e antiassistenzialista il principio di sussidiarietà non è tuttavia esauribile nell’ipotesi neoliberale dello “Stato minimo”, che dovrebbe limitarsi ad assicurare le condizioni esterne per l’ordine pubblico e per la sovranità internazionale della nazione. (…) la sussidiarietà fonda un’idea di Stato che implica la necessità dell’intervento promozionale o ordinatore e coordinatore dello Stato stesso a favore dell’incremento e dell’incentivazione di una cultura della responsabilità. (…) Se dunque sussidiarietà verticale è più di federalismo, sussidiarietà orizzontale è più di liberismo, cosicché entrambe convergono a identificare una nuova e originale concezione dello Stato e dei rapporti che esso deve istituire con la società, tale per cui l’azione del primo si affianca a quella dei vari soggetti sociali nel perseguimento del bene comune». 20 Per una ricostruzione degli elementi di “federalismo” che appaiono connessi con il principio di sussidiarietà, cfr. P. De Carli, Sussidiarietà e governo economico, cit., in particolare: «Vi è un contenuto profondo che è comune ai valori richiamati di “federalismo” e “sussidiarietà”, che va al di là dei meccanismi costituzionali e che attinge alle radici storiche delle popolazioni e alle loro peculiari caratteristiche etniche e culturali. (…) il vero fondamento del termine “federalismo” è di tipo “culturale”. La preservazione e la valorizzazione del pluralismo e delle diversità culturali sono elementi essenziali presenti al livello costituzionale di diversi ordinamenti. Connessa con il fondamento “culturale” del “federalismo” sta la regola procedimentale della sua “derivazione dal basso”. Le minori comunità debbono potere dimostrare la propria volontà e capacità di autoregolamentazione e nella misura del possibile, devono esse stesse definire l’area e la quantità di attribuzioni che ritengono di essere in grado di gestire. Si affaccia qui un aspetto che non rientra soltanto nella lata nozione di federalismo ma che è intimamente connesso con il concetto di sussidiarietà dell’intervento dello Stato centrale. (…) I due principi fondamentali sopraespressi comportano inoltre la riduzione ad un grado minimo della predeterminazione normativa delle competenze e delle attività dei singoli livelli. La limitazione massima degli interventi normativi preventivi dei livelli superiori diretti alla delimitazione e al ritaglio delle competenze dei livelli inferiori porta ad un federalismo calato nel concreto, e si dimostra particolarmente consonante col principio di sussidiarietà che implica in molti casi la preservazione degli “spazi bianchi” della legislazione e la tutela di essi. Non appare conforme a codesta prospettiva addivenire ad elenchi chiusi di competenze anche con meccanismo residuale, ma redigere elenchi solo delle funzioni che sicuramente possono spettare ora al livello statale ora a quello locale». Altri «elementi del federalismo particolarmente consonanti con il principio di sussidiarietà» sono individuati dall’A. nella necessità di «tutele garantistiche di tipo giuridico e politico dei livelli statali o regionali» (anche sotto questo profilo infatti i due valori mostrano analoghe esigenze), nonché nella «possibilità del riconoscimento (politico-amministrativo) degli enti territoriali minori nel livello regionale intermedio». In particolare, in riferimento a quest’ultimo aspetto l’A. specifica che «Se il concetto di federalismo fonda sull’aspetto culturale e sulla derivazione dal basso, occorre sia
Anteprima della tesi: Competenze amministrative e sussidiarietà, Pagina 13

Preview dalla tesi:

Competenze amministrative e sussidiarietà

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sara Cena
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Roberto Caranta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 293

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amministrativo
articolazioni territoriali
costituzionale
funzioni
orizzontale
poteri sostitutivi
sussidiarietà
verticale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi