Vere bugie e false verità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 1.1 Bugia, menzogna, inganno Secondo Anolli (1994) quando si cerca un significato condiviso del termine menzogna, spesso ci si imbatte in definizioni che fanno uso di sinonimi come inganno, simulazione, finzione, bugia, errore, falsificazione e burla che tendono ad ampliare piuttosto che restringere i confini semantici di questo concetto. 1.1.1 Bugia e menzogna Menzogna e bugia secondo Anolli (1994) risultano entrambe “l’esito dell’azione di mentire” e sostiene che nell’uso comune alla menzogna venga attribuita una connotazione più negativa rispetto a quella associata alla bugia. Egli la definisce come una “categoria di atto” entro la quale confluiscono una serie di azioni con valori semantici diversi come il dire il falso, il simulare, il prendere in giro, l’imbrogliare, l’indurre in errore, il raccontare storie, il dire il contrario di ciò che si pensa essere vero, trovare scuse, dire cattiverie ecc. Tra bugia e menzogna nell’uso comune spesso non viene fatta distinzione. Devoto e Oli (1971) le differenziano attribuendo alla prima minore gravità. Se la bugia è infatti definita “Una falsa affermazione per indurre gli altri in errore generalmente a proprio diretto vantaggio...” ed è spesso usata in riferimento ai bambini perlopiù in maniera scherzosa, la menzogna è invece secondo gli stessi autori “Un’alterazione o una falsificazione della verità perseguita con colpevole determinazione”. Viene connotata più negativamente della bugia e legata al mondo degli adulti (Devoto; Oli, 1971).

Anteprima della Tesi di Daniele Colombo

Anteprima della tesi: Vere bugie e false verità, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Daniele Colombo Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17330 click dal 15/02/2007.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.