Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il lavoro pubblico locale. Decentramento istituzionale e rapporti ''flessibili''.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 dell’amministrazione pubblica l’asse sul quale viene costruito il «sistema delle regole», è evidente che la stessa regolazione giuridica finisce per acquistare, intrinsecamente, una maggiore capacità di modellarsi sulla base della consistenza concreta dei fenomeni su cui essa va ad incidere. Ed, in questa prospettiva, è chiaro che la componente «territoriale» gioca un ruolo molto significativo nell’orientare l’azione organizzativa. E non c’è dubbio che tali connessioni sono da tempo al centro dell’attenzione non solo degli studi giuridici ma anche degli studi sociologici e di quelli più squisitamente di carattere organizzativistico, specificamente indirizzati - per quanto concerne l’area di nostra pertinenza - alla «burocrazia», osservata nella sua qualità di organizzazione complessa, studi sviluppatisi in Italia a partire dalla fine degli anni ‘60, inizio anni ’70 4 . Così come è indubbio che la stessa concezione di «territorio» e di «territorialità» è non soltanto in profonda trasformazione, ma anche attraversata da un’evidente crisi di nuove tendenze, in LPA, 2002, p. 893; M. CAMMELLI, Le ragioni e la posta in gioco della riforma, in C. BOTTARI (a cura di), La riforma del Titolo V, parte II della Costituzione, Maggioli, Rimini, 2003, p. 30 ss.; in chiave normativa specifica, v. G. D’ALESSIO, Decentramento e riorganizzazione della p.a. nella legge n. 59/1997, in LPA, 1998, p. 26 ss. 4 V. MORTARA, L’analisi delle strutture organizzative, il Mulino, Bologna, 1973, p. 219 ss.; F. FERRARESI - A SPREAFICO, Introduzione, in F. FERRARESI - A. SPREAFICO (a cura di), La burocrazia, il Mulino, Bologna, 1975, p. 13 ss.; F. FERRARESI, Burocrazia e politica in Italia, il Mulino, Bologna, 1980, p. 30 ss. Cfr., inoltre, in una prospettiva più ampia, oltre alle fondamentali letture di M. Weber (in particolare, M. WEBER, Economia e società, Edizioni Comunità, Milano, 1961, II, sp. p. 250 ss.), M. ALBROW, La burocrazia, il Mulino, Bologna, 1973, p. 113 ss.; R. MAYNTZ, Sociologia dell’amministrazione pubblica, il Mulino, Bologna, 1982, p. 103 ss.; M. CROZIER, Il fenomeno burocratico, Etas Kompass, Milano, 1969.

Anteprima della Tesi di Mario Cerbone

Anteprima della tesi: Il lavoro pubblico locale. Decentramento istituzionale e rapporti ''flessibili''., Pagina 3

Tesi di Dottorato

Dipartimento: Facoltà di Giurisprudenza - Dipartimento sui rappo

Autore: Mario Cerbone Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2290 click dal 16/02/2007.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.