Equilibrio tra le prestazioni e giustizia nel contratto - Riflessioni intorno all’art. 7 del D.lgs. n. 231 del 2002

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.2 PRINCIPI CARDINE DELLA DISCIPLINA CONTRATTUALE Occorre preliminarmente chiarire la portata dei principi che costituiscono i pilastri della disciplina del contratto, ossia il principio di vincolatività, il principio di relatività, il principio di autonomia o libertà contrattuale, il principio di correttezza e buona fede. a) Il principio di Vincolatività del Contratto: Si è osservato che l’articolo 1372 c.c., là dove enuncia il principio secondo il quale il contratto ha forza di legge tra le parti, è pleonastico 3 . La norma, tuttavia, da un lato, è il portato della tradizione, dall’altro richiama l’attenzione dei contraenti sulla gravità dell’atto che essi hanno intenzione di compiere. Una volta concluso, il contratto è vincolante, e le parti non possono sciogliersi dal vincolo se non a determinate ed eccezionali condizioni. (la disciplina del recesso e del mutuo dissenso, quella della invalidità, della rescissione e della risoluzione). 3 G. ALPA. “Il Contratto” in Manuale di Istituzioni di Diritto Privato, Torino, 1998, Cap. LV, p. 545 ss. 8

Anteprima della Tesi di Serena Stefanelli

Anteprima della tesi: Equilibrio tra le prestazioni e giustizia nel contratto - Riflessioni intorno all’art. 7 del D.lgs. n. 231 del 2002, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Serena Stefanelli Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2416 click dal 21/02/2007.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.