Skip to content

"Nel fango i vili intanto al suol conficco" - Vittorio Alfieri fra politica e letteratura

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 rileva: Alfieri era altrove e, portatosi con sé – ripetiamolo – degno amore, scelti amici, fidati cavalli, aveva eletto come suoi compagni ideali grandi del passato, fossero pure ombre visitate in pellegrinaggio (Dante, Petrarca ecc., ecc.), 14 oppure effigi di una collana – oro, gioielli e pietre dure – ossia quell’ordine di Omero 15 , composto da ventiquattro anime più o meno affini (ivi compresi – in una sorta di onore delle armi al nemico ormai sconfitto – Voltaire 16 più altri personaggi già negativamente bollati, rei di vilipendio della sacralità poetica) 17 con cui finire pedantizzando i in se stesso. […] Onde io nell’esecutore di una impresa sublime ci vedo un grand’uomo; ma nel sublime inventore e descrittore di essa, a me pare di vedercene due.” (II, 5, in Scritti politici e morali, cit., vol. I). Dignità nuova, dunque, ha il poeta, mosso da un impulso identico a quello degli eroi dell’azione (significativa anche, a tale proposito, la distinzione proposta più avanti (III, 6) fra “letterati attori” e “letterati scrittori”), e come sottratto, proprio in grazia “d’un’arte che divina invade / Gli almi suoi mastri” al giudizio di “chi non è Vate, o Iddio.” (Poeta, è nome che diverso suona: XVI, II parte). 14 Rime scritte in occasione della visita dell’Alfieri alle tombe di poeti del passato sono: O gran padre Alighier, se dal ciel miri (LIII, I parte); Dante signor d’ogni uom che carmi scriva (LIV) per Dante; O cameretta, che già in te chiudesti (LVIII), per Petrarca, e “Le donne, i cavalier, l’arme, gli amori” (LX), ovviamente, per l’Ariosto; inoltre, altri veri e propri colloqui con i Grandi sono gli omaggi a Tasso e Michelangelo, rispettivamente in Del sublime cantore, epico solo (CLXXXV), e Oh! Chi se’ tu, che maestoso tanto (L); una sorta di ricapitolazione dei propri gusti, ed insieme esaltazione della tradizione si ha infine in Quattro grandi vati, ed i maggior son questi (CLXI), in cui si celebrano Dante, Petrarca, Ariosto e Tasso. Cfr. Rime, cit. 15 “Inventai dunque una collana, col nome incisovi di ventitré poeti sì antichi che moderni, pendente da essa un cammeo rappresentante Omero, e dietrovi inciso (ridi o lettore) un mio distico greco […] Quanto poi alla collana effettiva, l’eseguirò quanto prima, e la farò il più ricca che potrò, sì in gioielli che in oro, e in pietre dure”, Vita scritta da esso, a cura di L. Fassò, Asti, Casa d’Alfieri, 1951, IV, xxxi. I ventitré poeti di cui l’autore parla sono: Esiodo, Eschilo, Sofocle, Euripide, Pindaro, Aristofane, Virgilio, Orazio, Plauto, Ovidio, Giovenale, Terenzio, Dante, Petrarca, Ariosto, Tasso, Corneille, Molière, Racine, Voltaire, Milton, Shakespeare, Camoens, più, ovviamente, Omero. 16 Sull’argomento cfr. G. SANTATO, Alfieri e Voltaire – dall’imitazione alla contestazione, Firenze, Olschki, 1988 (1982 1 ). 17 È il caso, ad esempio, di Virgilio ed Orazio, nel Del Principe e delle lettere più volte citati come esempi di “letterati di principe […] che sempre temono che il lettore troppo senta quando vien loro fatto di toccare altre passioni che l’amore.” (I, 3; ma cfr. almeno II, 3; II 6, II, 8, III, 9; in Scritti politici e morali, cit., vol. I); ed è anche il caso del pur ammiratissimo Ariosto, anch’egli a suo tempo inserito fra i poeti “maculati di corte” (ivi, II, 4). Su tutti comunque, ancora una volta, il “Gallo Voltéro”, che, “immemore in ciò di se stesso, non arrossì di sempre firmarsi [corsivo dell’Autore] Voltaire, gentiluomo di camera del re” (ivi, I, 11).
Anteprima della tesi: "Nel fango i vili intanto al suol conficco" - Vittorio Alfieri fra politica e letteratura, Pagina 8

Indice dalla tesi:

"Nel fango i vili intanto al suol conficco" - Vittorio Alfieri fra politica e letteratura

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Berti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Italianistica
  Relatore: Marino Biondi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 187

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alfieri
animo
asti
commedie
eroe
filippo
forte
furore
libertà
liberticida
mirra
nobile
politica
principe
saul
sentire
teatro
tirannide
tiranno
tragedie

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi