Effetto delle condizioni di pirolisi di combustibili solidi sulla formazione di specie azotate ed idrocarburiche di interesse ambientale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

effetti sugli altri. Le implicazioni atmosferiche che la combustione del carbone prevede sono diverse, per poterne programmare la riduzione o l’abbattimento è importante conoscerle approfonditamente. In base al potenziale inquinante di ciascuna sostanza è possibile stabilire un ordine di priorità e una suddivisione delle risorse disponibili per l’intervento. 1.3- Impatto ambientale Il carbone è un combustibile a struttura chimica assai complessa e nel processo di combustione può produrre diversi tipi di inquinanti: - Macroinquinanti gassosi, essenzialmente ossidi di carbonio (CO, CO 2 ), ossidi d’azoto (NO, NO 2 , N 2 O o semplicemente NOx) e di zolfo (SO 2 , SO 3 ). - Inquinanti solidi come ceneri e particelle carboniose. - Microinquinanti organici, come VOC, idrocarburi policiclici aromatici (IPA) o altri composti organici ad elevato rischio ambientale in genere, e specie inorganiche contenenti metalli pesanti 1 (Cd, Co, Cr, Cu, Hg, Pb, Zn, V, Tl, Se) o altri elementi. Tutti i vari tipi di inquinanti, tranne quelli convenzionali tipicamente gassosi, si ripartiscono tra la fase gassosa e quella solida per adsorbimento. L’ossido di carbonio è, dopo l’acqua, il più importante gas serra. L’intensificarsi delle attività industriali e produttive dal 1850 ad oggi ha provocato l’aumento della sua concentrazione in atmosfera del 28%. Il suo contributo sull’incremento dell’effetto serra è del 56%. L’apporto antropico è per 3⁄4 costituito dalla combustione di combustibili fossili e per 1⁄4 dalla deforestazione. Per continuare a bruciare carbone, si stanno perfezionando metodi che consentano di stoccare le grosse quantità di CO 2 prodotte, nel sottosuolo o infondo agli oceani. Il monossido di carbonio è il risultato di una combustione incompleta in difetto di ossigeno. La sua pericolosità e legata alla proprietà di legarsi all’emoglobina meglio del biossido di carbonio e dell’ossigeno. 1 Con tale denominazione si indicano gli elementi con densità maggiore di 5 g/cm 3 . 10

Anteprima della Tesi di Davide Frustace

Anteprima della tesi: Effetto delle condizioni di pirolisi di combustibili solidi sulla formazione di specie azotate ed idrocarburiche di interesse ambientale, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Davide Frustace Contatta »

Composta da 196 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1049 click dal 26/02/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.