L'attuazione del federalismo fiscale: il contributo della Corte Costituzionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 • il primo, più restrittivo e formalistico, enfatizzando il ruolo attribuito dalla Costituzione alle “leggi della Repubblica” – cui compete di fissare “le forme e i limiti” dell’autonomia finanziaria regionale – negava l’esistenza di un reale potere impositivo delle Regioni; • il secondo, più estensivo, operando un collegamento tra l’articolo 119 e il 117 della Costituzione, intendeva l’autonomia finanziaria come una esplicazione della autonomia legislativa riconosciuta alle Regioni, ravvisando, dunque, un reale potere impositivo delle Regioni stesse, potere che incontrerebbe i limiti dei “principi fondamentali” stabiliti dalle leggi della Repubblica. Questa seconda interpretazione appare in sintonia con chi considera l’autonomia finanziaria delle Regioni come semplice disponibilità di mezzi necessari perché le Regioni siano messe in grado di esplicare i loro compiti, ma comporta che a tali Enti siano dati autonomi poteri di determinazione delle loro entrate, configurando, deliberando, amministrando e riscuotendo, in determinati ambiti, una serie di propri tributi. Il costituente ha definito compiutamente il quadro costituzionale dell’autonomia di entrata delle Regioni, laddove ha previsto, in base all’art. 119 della Costituzione, che ogni Regione fosse dotata di tributi propri, oltre che di quote di tributi erariali. Il comma 2 del vecchio articolo 119 disponeva, infatti, che “alle Regioni sono attribuiti tributi propri e quote di tributi erariali, in relazione ai bisogni delle Regioni per le spese necessarie ad adempiere le loro funzioni normali”. È importante sottolineare che nella formulazione del comma 2 dell’articolo 119, il riferimento principale era costituito dal sistema finanziario delle Regioni; solo un lieve accenno era riservato alla finanza

Anteprima della Tesi di Marcello Romantini

Anteprima della tesi: L'attuazione del federalismo fiscale: il contributo della Corte Costituzionale, Pagina 9

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Marcello Romantini Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8198 click dal 27/02/2007.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.