Uso delle mcs4 e lppa PCRs per la differenziazione molecolare di Mycoplasma capricolum subsp. capricolum e Mycoplasma mycoides subsp. mycoides LC

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 La pressione selettiva verso un alto contenuto in A e T è considerato la causa dello shift nella funzione del codone UGA che codifica come nel DNA mitocondriale per il triptofano, e non rappresenta un codone di stop come nel codice genetico universale. Quest’ultima caratteristica rende difficoltosa l’espressione dei geni clonati in Escherichia coli. Il contenuto estremamente basso in G+C è interessante dal punto di vista dell’evoluzione. Recenti studi hanno evidenziato una correlazione tra il contenuto in G+C e il grado di espozione ai raggi ultravioletti nell’habitat dei batteri, gli organismi con un basso contenuto di G+C dovrebbero essere soggetti ad un rischio più alto, dovuto alla dimerizzazione delle timidine. Allora forse, non sorprende che i micoplasmi siano entrati a far parte di una relazione ospite parassita con animali e piante che li possano proteggere da danni dovuti alle radiazioni. Esistono anche dei markers utili per la classificazione metabolica dei Mollicutes; ad esempio, la capacità di fermentare il glucosio, di idrolizzare arginina ed urea, e la dipendenza dal colesterolo per la crescita.

Anteprima della Tesi di Simone Cocco

Anteprima della tesi: Uso delle mcs4 e lppa PCRs per la differenziazione molecolare di Mycoplasma capricolum subsp. capricolum e Mycoplasma mycoides subsp. mycoides LC, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina Veterinaria

Autore: Simone Cocco Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 578 click dal 28/02/2007.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.