Skip to content

Il romanzo corruttore

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Quando ho cominciato questo studio non avevo idea di tutte le accuse di immoralità, menzogna, ed incapacità di piegarsi a fini educativi a cui va incontro la forma-romanzo nel corso dei secoli. Partivo da semplici indizi, rivelazioni indirette di una condanna, quali si intravedono in romanzi autocritici come Don Chisciotte e Madame Bovary che presentano personaggi influenzati e travolti da ciò che leggono. La mia intenzione era quella di tener presente questi due grandi esempi europei per avventurarmi alla ricerca di personaggi similmente corrotti dai romanzi nella narrativa italiana. Indagare quel meccanismo di fascinazione così ben descritto da Dante in versi famosi: Noi leggiavamo un giorno per diletto di Lanciallotto come amor lo strinse; soli eravamo e sanza alcun sospetto. Per più fiate li occhi ci sospinse quella lettura e scolorocci il viso; ma solo un punto fu quel che ci vinse. Quando leggemmo il disiato riso esser baciato da cotanto amante, questi, che mai da me non fia diviso, la bocca mi baciò tutto tremante. Galeotto fu il libro e chi lo scrisse: da quel giorno più non vi leggemmo avante [1]. Il “romanzo” appare qui come un vero e proprio intermediario d'amore: Paolo e Francesca cercano di resistere, ma inutilmente, perché la spinta all'imitazione è troppo forte. Si crea un parallelismo diretto tra lettura e azione: leggono di pene amorose e gli sguardi si incontrano, i volti impallidiscono; leggono di un bacio e si baciano; poi non leggono più, il libro ha terminato la sua funzione seduttiva. È solo con il bacio fittizio che si arriva, per imitazione, al bacio reale con tutte le sue conseguenze (la vendetta di Gianciotto, la condanna eterna): la letteratura viene scambiata con la realtà, l'affinità della situazione li inganna, Paolo e Francesca imitano e portano avanti l'azione romanzesca. Questo meccanismo che porta progressivamente ad una compartecipazione emotiva delle vicende narrate, fino a viverle nella realtà, è lo stesso che guida i personaggi di Cervantes e Flaubert. Nel Don Chisciotte (1605-15) il protagonista, per effetto della lettura, assume addirittura un'altra identità, cambia abitudini e interessi incarnandosi completamente nel tipico personaggio dei suoi romanzi preferiti [2]: Questo gentiluomo si dedicava alla lettura dei romanzi cavallereschi e a poco per volta ci si appassionò tanto, che dimenticò quasi del tutto la caccia e anche l'amministrazione del suo patrimonio (...) Insomma, si sprofondò tanto in quelle letture, che passava le notti dalla sera alla mattina, sempre a leggere; così a forza di dormir poco e di legger molto, gli si prosciugò talmente il cervello che perse la ragione. Gli si riempì la fantasia di tutto quello che leggeva nei suoi romanzi: incanti, litigi, battaglie, sfide, ferite, dichiarazioni, amori, tempeste e 5
Anteprima della tesi: Il romanzo corruttore, Pagina 1

Indice dalla tesi:

Il romanzo corruttore

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Monica Buccoliero
Tipo: Tesi di Laurea
Anno: 1994-95
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: Lettere e Filosofia
Corso: Lettere moderne
Relatore: StefanoJacomuzzi
Lingua: Italiano
Num. pagine: 77

Questa tesi è disponibile nelle seguenti traduzioni:

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fantasticheria
forma-romanzo
generi letterari
i pericoli dell'immaginazione
leggere
lettura
romanzi
romanzo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi