Skip to content

Il romanzo corruttore

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
stravaganze impossibili; e si ficcò nella testa che tutto quell'arsenale di sogni e d'invenzioni lette ne’libri fosse verità pura (p.28). In Madame Bovary (1857), Emma [3] viene presentata come un'accanita lettrice di romanzi, fin da quando, nella sua fanciullezza in convento, incontra una vecchia zitella che veniva ogni mese per otto giorni a cucire la biancheria e che prestava alle grandi, di nascosto, qualche romanzo che teneva sempre nelle tasche del grembiule (p.41) Il tutto avviene in un'atmosfera di clandestinità: Emma è costretta a nasconderli, a leggerli furtivamente in dormitorio, prefigurandone così il carattere pericoloso: Non si parlava che di amori, di amanti, dame perseguitate che svenivano in padiglioni abbandonati, postiglioni uccisi ad ogni posta, cavalli scappati ad ogni pagina, foreste oscure, turbamenti di cuore, giuramenti, singhiozzi, lacrime e baci, barchette al chiaro di luna, usignoli nei boschetti, gentiluomini coraggiosi come leoni, dolci come agnelli, virtuosi come non se n'è mai visti, sempre ben vestiti e che piangono come fontane (p.41). Questo brano, se da una parte rivela la sottile ironia del narratore nell'affastellare gli ingredienti tipici del romanzesco, fa risaltare il rapimento della fanciulla verso i mondi fatati che le si aprono all’immaginazione. Del resto, la sua conoscenza del mondo è tutta letteraria: Nei romanzi di Eugene Sue studiò la descrizione degli ambienti; lesse Balzac e George Sand cercando di appagare con l'immaginazione le sue brame personali. Perfino a tavola aveva un libro accanto, e ne voltava le pagine, mentre Charles mangiava e le parlava (p.45). Emma oppone ad una realtà, che al paragone risulta squallida, le situazioni ed i personaggi eccezionali di cui si nutre il suo immaginario. E tutto questo la porterà, infine, alla ricerca di amanti che inevitabilmente la deluderanno, a folli debiti, e, infine, al suicidio, molto più penoso e terribile di tutte le morti delle sue letture. Dunque, da qui doveva partire la mia analisi all'interno della narrativa italiana. Avevo già cominciato a considerare qualche esempio, come l'omonima protagonista della Fosca di Tarchetti [4], Marina di Malombra [5] ed il maestro di un racconto di Verga [6] , quando mi sono imbattuta in un testo di psichiatria ottocentesca francese [7] che presentava un lungo brano sui romanzi, che riporto per intero perché in un certo senso riassume tutte quelle opposizioni che si troveranno nel corso della mia ricerca: La lettura de' romanzi non produce conseguenze meno triste nello sviluppar le passioni, massimamente la pigrizia, la paura, l'amore, il libertinaggio, il suicidio o per imitazione o per noia della vita reale (p.82). Già in questa prima frase è evidente il parallelismo romanzo/ozio, e il legame indissolubile con le passioni, la cui violenta irruzione nella vita tranquilla del lettore può portare anche al suicidio (per contrasto con una realtà che non rispecchia il sogno o, viceversa, per eccessiva immersione nel sogno e quindi identificazione con i personaggi suicidi). Il meccanismo diviene ancora più esplicito nelle frasi seguenti: 6
Anteprima della tesi: Il romanzo corruttore, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Il romanzo corruttore

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Monica Buccoliero
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1994-95
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere moderne
  Relatore: Stefano Jacomuzzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

Questa tesi è disponibile nelle seguenti traduzioni:

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fantasticheria
forma-romanzo
generi letterari
i pericoli dell'immaginazione
leggere
lettura
romanzi
romanzo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi