La riforma del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Possiamo comprendere la sua concezione di questa Casa comune dal discorso che egli ha tenuto al Consiglio d’Europa di Strasburgo nel luglio del 1989; egli inizia la sua relazione dando atto all’Europa che essa nel corso dei secoli “ha dato un contributo insostituibile alla politica mondiale, all’economia, alla cultura, allo sviluppo di tutta la civiltà” 19 . Ma poi accusa la stessa Europa che “le metastasi della schiavitù coloniale si sono diffuse dall’Europa in tutto il mondo. Qui è nato il fascismo. Qui sono iniziate le guerre più devastanti. E l’Europa, che può andare legittimamente fiera delle proprie conquiste, ancora non si è affrancata dai suoi debiti verso l’umanità. Questo deve ancora farlo. E deve farlo perseguendo trasformazioni dei rapporti internazionali in uno spirito di umanitarismo, di parità dei diritti e di giustizia, dando l’esempio con la democrazia e le conquiste sociali. […] Adesso tutti noi, tutti i partecipanti al processo europeo, dobbiamo sfruttare al massimo i presupposti creati con il nostro lavoro comune. A ciò mira anche la nostra idea della casa comune europea” 20 . Gorbaciov prosegue il suo discorso definendo più precisamente questa idea: “[…] Si tratta in sostanza di una perestrojka dell’ordinamento internazionale venutosi a creare in Europa, perestrojka che porterebbe decisamente in primo piano i valori comuni a tutta l’Europa, consentirebbe di sostituire all’equilibrio tradizionale delle forze un equilibrio di interessi. […] La filosofia cui si ispira la concezione della “casa comune europea” esclude ogni conflitto armato, la stessa possibilità dell’impiego della forza, innanzi tutto militare. Al posto della dottrina della deterrenza, 19 Cfr. M. Gorbaciov, La Casa Comune Europea, Milano, Mondadori, 1989, pp. 213 ss. 20 Cfr. M. Gorbaciov, op. cit, pag. 214

Anteprima della Tesi di Andrea Pagliaro

Anteprima della tesi: La riforma del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Andrea Pagliaro Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4599 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.