Skip to content

Le ong: obiettivi finalizzanti e profili aziendalistici - Il caso Emergency

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 un ruolo importante le organizzazioni di base di associazione dei poveri (o Membership Based Organizations of the Poor, MBOP). In Italia le Ong si inseriscono nel terzo settore o settore non-profit, formando insieme ad altre associazioni i movimenti della società civile come i vari forum sociali e la rete di Liliput. Le differenti matrici ideologiche permettono di individuare tre raggruppamenti quali il COCIS 12 , coordinamento delle Ong laiche, il FOCSIV una federazione di Ong cattoliche e il CIPSI, un coordinamento di Ong indipendenti (oggi divenuta un unica Ong) 13 . 1.5 La normativa europea L’espressione NGO acronimo di Non Governamental Organization venne per la prima volta utilizzato nel 1949 dalle Nazioni Unite, inizialmente il termine veniva usato per riferirsi ad una moltitudine di organizzazioni espressione del volontariato, identificate anche con numerose altre denominazioni 14 , con il tempo si sono succedute varie definizioni, fortemente influenzate dal contesto nel quale esse sono maturate. Ogni Ong di fatto è un associazione una fondazione o un' altra forma associativa disciplinata dalle norme di uno specifico paese. Esistono Ong che operano 12 Il COCIS è una federazione che associa attualmente 27 organizzazioni non governative laiche che operano in diversi settori della cooperazione allo sviluppo, condividendo un'etica basata sulla promozione dell'autosviluppo, la solidarietà tra i popoli e la centralità della persona. Il COCIS promuove la proposta politica delle ONG associate, rappresentando per esse il luogo di confronto, elaborazione, collaborazione e rappresentanza congiunta. La visione politica comune, esplicitata nella "carta dei principi", si basa sui valori morali e culturali della cooperazione solidale tra i popoli e si pone come finalità il superamento delle iniquità prodotte dall'attuale sistema dei rapporti internazionali e dai meccanismi economici che lo sostengono, attraverso la promozione di rapporti equi tra i popoli, i generi e le culture, nella valorizzazione delle differenze; la promozione di processi di sviluppo endogeni ed autocentranti; l'indipendenza e l'autonomia sociopolitica, economica e culturale. Le attività del COCIS si sviluppano seguendo cinque linee tematiche: Il confronto e l'elaborazione congiunta di linee e contenuti della solidarietà e della cooperazione allo sviluppo, per concorrere a definire e a promuovere una politica italiana ed europea di cooperazione solidale. L'elaborazione di orientamenti, codici di comportamento e principi deontologici della cooperazione solidale allo sviluppo e la loro divulgazione nella società civile. La rappresentanza verso tutte le istanze politiche e sociali: organismi internazionali, istituzioni nazionali e locali, articolazioni della società civile e della cittadinanza attiva. La collaborazione attiva e la concertazione con tutte le istanze interessate alla cooperazione internazionale, ed in particolare con le forze politiche e sociali e con le altre ONG, italiane e non. La promozione di strumenti operativi e metodologici per la progettazione di azioni di cooperazione sempre più efficaci e la realizzazione di servizi alle ONG per le loro attività progettuali, di formazione, di informazione e di educazione allo sviluppo. Il COCIS è finanziato dalle quote annuali pagate dalle ONG associate e osservatrici. I singoli progetti di sviluppo delle ONG del COCIS sono finanziati parzialmente dalla Commissione dell'Unione europea, dal Ministero degli Esteri italiano, da organismi delle Nazioni Unite, da enti locali. Ad ogni progetto le ONG devono apportare un proprio contributo, sia in lavoro volontario che in denaro, che viene raccolto attraverso sottoscrizioni, iniziative pubbliche di autofinanziamento, offerte di singoli, ecc... Sito web, www.cocis.it 13 M., Buggeri e F., Volpi, Teoria e politica dell’aiuto allo sviluppo, Franco Angeli editore, Milano, 2002, pag. 35 14 F. J. L., Heston, NGOs between States, Market and Civil Society, Oxford University Press, New York, novembre 1997, pag.56.
Anteprima della tesi: Le ong: obiettivi finalizzanti e profili aziendalistici - Il caso Emergency, Pagina 10

Preview dalla tesi:

Le ong: obiettivi finalizzanti e profili aziendalistici - Il caso Emergency

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Pellegrini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Michele A. Rea
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 164

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cooperazione internazionale
emergency
finanza etica
fund rising
legge n. 49/87
obiettivi finalizzanti
ong
onlus
profili aziendalistici
project cycle management
quadro logico
terzo settore

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi