Skip to content

Mercurino Arborio Gattinara e Alfonso de Valdés: provvidenzialismo e sogno di una monarchia universale nella politica di Carlo V.Traduzione tratta dall'introduzione del libro Diálogo de las cosas acaecidas en Roma di Alfonso de Valdés, a cura di Rosa Navarro Durán, Madrid, Catedra, 1992

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Ebbe cosí inizio un'altra fase importante nella vita del futuro Cancelliere. Al seguito della duchessa lo troviamo prima in Savoia, poi in Franca Contea. Inizialmente in Savoia con il ruolo di consigliere della duchessa Margherita e di avvocato fiscale. Nel 1505 venne nominato presidente della Bresse, e un anno dopo, con la morte del duca Filiberto, prese le parti dell'arciduchessa nella interminabile disputa giudiziaria con Carlo III, suo cognato. Con la morte di Filippo il Bello, fu costretto a seguire l'arciduchessa Margherita in Germania per decidere sulla sua ereditá. All'arciduchessa fu affidato il governo dei Paesi Bassi e l'investitura della contea di Borgogna. Nel 1508 morí Etienne de Thyard, presidente del parlamento della contea di Borgogna, e fu deciso dallo stesso Massimiliano di sostituirlo con Mercurino. In realtá il Gattinara ambiva a questa carica e, per ottenerla, aveva chiesto l'intervento della stessa Margherita. Con la nuova nomina andava quindi a ricoprire due cariche di presidenza, quella di presidente del parlamento della Borgogna e quello di presidente della Bresse. Nel frattempo si iniziarono le trattative per il trattato di Cambrai, del 10 dicembre 1508, nel quale, si stipulava la pace fra Luigi XII e l'Imperatore e si definivano l'impegno nella guerra contro Venezia e la concessione a Luigi XII dell'investitura del ducato di Milano. La redazione del trattato è dello stesso Mercurino. Nel maggio 1510, Massimiliano gli affidó un nuovo incarico: recarsi in Spagna presso il re Cattolico per attuare l'accordo appena stipulato 6 . In Spagna rimase per un anno, ma prima di partire aveva incaricato alcuni amici fedeli di seguire le trattative per l'acquisto di una proprietá in Franca Contea, nel caso si fosse presentata l'occasione. Mercurino infatti aveva intenzione di vendere tutti i suoi possedimenti piemontesi e trasferirsi definitivamente nella terra degli avi. Al ritorno, gli amici avevano avviato le trattative di acquisto per la proprietá di Chévigny, castello poco distante da Dôle. Il castello era in avanzato stato di degrado, quindi si incaricó anche di avviare i lavori di ampliamento e restauro. La questione sulla proprietá di Chévigny fu molto importante, poiché portó Mercurino a un arresto nella sua carriera politica e giudiziaria. La causa per la proprietá di Chévigny è solo apparentemente un affare privato, in realtá si trattó una vera e propria battaglia politica fra Mercurino e la nobiltá locale. La nobiltá della Franca Contea non vedeva di buon occhio la figura del Gattinara. Era molto gelosa dei propri privilegi e non riusciva a sopportare un presidente del parlamento che promuoveva una riforma del codice e una riorganizzazione del parlamento stesso. Nel 1509 Mercurino, trovandosi a Dôle, ebbe modo di esaminare alcuni casi giudiziari e rendersi conto del cattivo funzionamento delle amministrazioni e delle istituzioni. Suo scopo era di ripristinare una certezza e un'equitá del diritto e della legge, sopprimendo i favoritismi. Ma andiamo con ordine. 6 L'accordo riguarda l'ereditá che spettava a Carlo. Dopo numerose trattative si decise che, finché era in vita Giovanna la Pazza, la reggenza spettava al re Ferdinando il Cattolico. Con la morte della madre, il regno sarebbe passato al figlio. 4
Anteprima della tesi: Mercurino Arborio Gattinara e Alfonso de Valdés: provvidenzialismo e sogno di una monarchia universale nella politica di Carlo V.Traduzione tratta dall'introduzione del libro Diálogo de las cosas acaecidas en Roma di Alfonso de Valdés, a cura di Rosa Navarro Durán, Madrid, Catedra, 1992, Pagina 3

Informazioni tesi

  Autore: Ada Antonelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e letterature europee, delle artii visive e dello spettacolo
  Relatore: Michele Olivari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alfonso de valdes
carlo v
i dialoghi
martin lutero
mercurino gattinara
protestantesimo
re carlo v
sacco di roma
scrittore valdes

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi