Skip to content

11 settembre 2001 - La reazione dell'Islam in Occidente

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Stati Uniti, ma dal momento che la globalizzazione diffonde i valori occidentali in tutto il mondo, il jihad sarà globale. Quella che Renzo Guolo definisce “reislamizzazione dell’Islam” 8 è una volontà che (è importante sottolineare) appartiene solo all’Islam radicale, e si esplica nella fusione di potere politico e religioso, capace di rendere la shari’a non solo una legge morale prettamente religiosa, ma una fonte politica dalla quale attingere le leggi che governeranno il Paese. Per poter far ciò la presa del potere è fondamentale e, come detto, il mezzo è il jihad. Nel 1989 l’organizzazione al-Qaeda si consolidò e si dotò di un’organizzazione efficace per la realizzazione dei suoi attentati. Accolse infatti esponenti e soldati di altri movimenti radicali, tra cui reduci della guerra afgana e membri del gruppo dei “Fratelli Musulmani” 9 . Utilizzando come base prima il Sudan e poi l’Afghanistan, al-Qaeda iniziò con lunga serie di attentati 10 in tutto il mondo di entità più o meno variabile, fino ad arrivare ai tre attentati shock sopra elencati. Ciò che più preoccupa è il fatto che al-Qaeda radicalizza la lotta: infatti oltre ad intervenire in maniera diretta fornendo armi, mezzi logistici e operativi, denaro e quant’altro, favorisce e sponsorizza la creazione di cellule affiliate, mediante un’opera di diffusione del messaggio del jihad, e di indottrinamento radicale volto a creare un esercito di mujahidin sparsi in ogni parte del globo. Altra caratteristica importante è la spettacolarizzazione del gesto. Se si pensa infatti all’attentato di New York del 2001, oltre alla visione scioccante dei due aerei che si schiantano contro le torri, il gesto ha avuto una forte connotazione simbolica. Cosa meglio di due aerei in volo poteva simboleggiare l’attacco kamikaze, cioè quello del “vento del cielo”? Inoltre l’utilizzo dei media come cassa di risonanza ha il duplice effetto di creare da un lato il terrore nei Paesi occidentali, assaliti da incertezza e impotenza, dall’altro di diffondere nel modo più efficace possibile il messaggio del jihad, per ispirare futuri mujahidin più o meno improvvisati. E proprio la presenza di questi martiri rende imprevedibile l’attacco: certo, è vero che più è ampia la presunta portata dell’attentato, più è possibile anticipare la mossa; ma più spesso (e i casi di Madrid e Londra sono abbastanza esemplificativi) sono attacchi silenziosi, che si 8 Renzo Guolo: “Xenofobi e Xenofili. Gli italiani e l’Islam”. Edizioni Laterza 2003. pp 4-5. 9 Tale gruppo nacque in Egitto nel 1928, fondato da Hasan al-Banna. Anch’esso si dotò di una struttura gerarchica ben articolata e anch’esso adottò il jihad come metodo (talvolta violento) di diffusione e protezione dell’Islam. 10 Somalia (1992), Mogadiscio (1993), New York (1993, presso il World Trade Center), Kenya e Tanzania (1998, contro le ambasciate americane), Aden (2000, contro una nave americana ancorata), di nuovo New York (11 settembre 2001), Madrid (2004), Londra (2005), New Delhi, Benares e Bombay (India, rispettivamente nel 2005 e 2006). 6
Anteprima della tesi: 11 settembre 2001 - La reazione dell'Islam in Occidente, Pagina 4

Preview dalla tesi:

11 settembre 2001 - La reazione dell'Islam in Occidente

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Perra
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Patrizia Manduchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 33

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

11 settembre
al qaeda
attentati
berlusconi
bin laden
bush
calderoli
chiesa e islam
fondamentalismo islamico
giovanni paolo
guerra al terrorismo
guerra santa
islam
islam radicale
jihad
la lega
londra
madrid
mass media e islam
new york
politica e islam
ratisbona
ratzinger
terrorismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi