La frattura del collo del femore nell'anziano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 EZIOPATOGENESI Per generarsi, nel giovane, richiedono traumi di notevole intensità, ad “alta energia”, mentre nell’anziano, si verificano comunemente per semplici cadute o comunque per l’azione di forze di scarsa entità. Ciò è determinato dalla particolare struttura anatomica del collo del femore che qui di seguito ricordiamo: la struttura costitutiva del collo del femore prevede una disposizione trabecolare nella quale si possono distinguere essenzialmente tre sistemi traiettoriali di resistenza importanti; compreso tra questi sistemi si distingue una zona triangolare, detta zona di Ward, nella quale l’impalcatura scheletrica risulta meno resistente. Tale zona determina un “locus” di minore resistenza ove può generarsi la frattura.

Anteprima della Tesi di Michele Raineri

Anteprima della tesi: La frattura del collo del femore nell'anziano, Pagina 7

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Michele Raineri Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14509 click dal 30/09/2008.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.