Skip to content

La visual identity nella costruzione della 32 America's Cup passando dal segno visivo

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 percepito e grado concepito. L’enunciatario è chiamato a stabilire di volta in volta, in che modo ciò che percepisce traspare su ciò che concepisce, e quando scatta il disinnesco dei meccanismi di combinazione sintattica. La teoria sul visivo tiene conto dell’esperienza di fruizione dello spettatore, al punto che costituenti, tratti e dimensioni del linguaggio plastico teorizzato ricevono denominazione di percettemi 3 . Roland Barthes nel celebre articolo sulla retorica del linguaggio auspica un inventario “ massiccio” di significati di connotazione 4 , valido per il suono articolato, l’immagine e il gesto. L’analisi semiotica avrebbe potuto dare una forma innocente alla lingua, e contribuire all’ideale di una società libera, senza classi. Con il Traite du signe visual la scuola di Liegi tenta di rigenerare la visione dell’”immagine enfatica” 5 attraverso un rovesciamento del teorico francese. La scuola di Liegi di cui faceva parte Jean Dubois, Jean Marie klinfenberg, Fhilippe Minguet, Francis Edeline ed altri, pubblicò allora un’opera Rhéthorique Générale 6 che adegua l’antica “arte del dir bene” alle tattiche di persuasione, alle sottolineature ironiche alle sperimentazioni ortografiche e sonore dei maestri d’avanguardia. La retorica, subordinata alle altre discipline del trivium, grammatica e dialettica, promossa dall’enciclopedia francese torna ad essere rivolta all’analisi delle regole di formazione e di funzionamento del linguaggio, con Chaim Perelman 7 e la scuola di Bruxselles per quanto concerne l’argomentazione, poi con il gruppo di Liegi per quel che riguarda i tropi. La diffidenza della linguistica per la trattazione di figure e di traslati cedette il posto a un recupero all’insegna dell’uso creativo del linguaggio. Contro l’idea della retorica come “studio degli equivoci verbali e delle relative correzioni” cominciarono a fiorire “ricerche sul tema dell’originalità” retta da regole. Menzioniamo accanto al lavoro del gruppo le proposte di 3 Il termine come gli autori ricordano nel capitolo sul segno plastico, è stato coniato da Max Bense (1969) per la definizione del suo “linguaggio visivo rigoroso). 4 Ovvero un catalogo di figure retoriche . Nel quadro di una teoria dello stile il linguista Louis Hjelmslev (1943) definisce la semiotica “connotativa”, perchè essa organizza e rimotiva segni esistenti, che hanno già un loro portato “denotativo”, facendole diventare forme dell'espressione di nuovi segni, correlati però a nuove forme del contenuto. 5 Barthes R, 1964 Rehèthorique de l'image, in “Communications”, 4,40-51.Poi in L'obvie et l'obtus. Essais critiques III, Einaudi, Torino 1985,pp. 22-61. 6 Gruppo di Liegi, 1970a, Rhètorique Gènèrale, Larousse, paris, trad. it. Retorica generale. Le figure della comunicazione, Bompiani, Milano, 1976, 1991. 7 Perelman C., Olbrechts-Tyteca L., Traitè de l'argumentation.la nouvelle rhèthorique, Editions de l'universitè de Bruxselles, Bruxselles, trad. it. Trattato dell'argomentazione, Einaudi, Torino, 1966.
Anteprima della tesi: La visual identity nella costruzione della 32 America's Cup passando dal segno visivo, Pagina 6

Indice dalla tesi:

La visual identity nella costruzione della 32 America's Cup passando dal segno visivo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Carmelo Sgarlata
Tipo: Laurea liv.I
Anno: 2007-08
Università: Università degli Studi di Messina
Facoltà: Scienze della Comunicazione
Corso: comunicazione sociale
Relatore: DonatelloSmeriglio
Lingua: Italiano
Num. pagine: 65

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

32 americas cup
advertising america s cup
coppa america
coppa america vela
flosh
immagine corporativa
logo
pubblicità coppa america
segno visivo
semiotica dell'immagine
valencia
visual identity

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi