Skip to content

Il danno da vacanza rovinata come danno non patrimoniale da inadempimento contrattuale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
12 dell'organizzatore per danni causati al viaggiatore per prestazioni di terzi prevede che, secondo la l. 1084 del 1977 l' organizzatore possa invocare la prova liberatoria dimostrando di aver ben operato la scelta, mentre la normativa in esame non consente analoga via d' uscita 9 . Nel decreto in questione le norme che concernono la responsabilità da inadempimento sono individuate negli artt. 13 e 14, norme nelle quali ci si è limitati a stabilire l’obbligo, ricadente sull’organizzatore e sull’intermediario di risarcire il danno secondo le loro responsabilità; responsabilità che vengono ad essere individuate nei successivi artt. 15 e 16. Per quel che attiene alla risarcibilità della voce di danno c.d. "da vacanza 9 Ciò si evidenzia con facilità leggendo l' applicazione che di tale nuova disciplina viene data dalla sentenza emessa dal Giudice monocratico del Tribunale di Torre Annunziata del 12 gennaio 2005 in tema di risarcimento danni per vacanza rovinata. (La pronuncia può essere integralmente consultata nel sito: www.altalex.com). Nella fattispecie i coniugi dovevavo effettuare un viaggio per il primo anniversario di nozze che riguardava un tour in Canada di sette giorni, in Florida di altri sette giorni e una settimana in un villaggio turistico delle Bahamas e che, purtroppo, non avevano rinvenute le valigie allo scalo di New York ed in considerazione del notevole esborso che avrebbero dovuto sostenere per rimediare alla mancanza dei propri accessori personali e dei capi di abbigliamento , erano stati costretti ad interrompere la vacanza ed a rientrare in patria annullando il viaggio in Florida ed alle Bahamas. Il Giudice monocratico in applicazione dell'art. 14 del D.Lgs. 111/95 ha dichiarato la responsabilità dell'organizzatore del viaggio giacchè l’organizzatore o il venditore che si avvale di altri prestatori di servizi è comunque tenuto a risarcire il danno sofferto dal consumatore, salvo il diritto a rivalersi nei loro confronti. Il giudice ha peraltro evidenziato come il tour operator non possa avvalersi della clausola di esonero di cui all’art. 15, comma 2, della legge 1084/77 (Ratifica ed esecuzione della convenzione internazionale relativa al contratto di viaggio, firmata a Bruxelles il 23 aprile 1970), dimostrando di essersi comportata come “organizzatore diligente” nella scelta del soggetto che doveva eseguire la prestazione. Ed invero, sebbene il D.Lgs. 111/95 non abbia abrogato la predetta Legge 1084/77, è pur vero che le disposizioni di quest’ultimo provvedimento normativo debbono ritenersi applicabili in quanto non incompatibili con le norme dettate dal legislatore del 1995. Orbene, dal confronto tra le due disposizione citate emerge con tutta evidenza come l’art. 14 del D.Lgs. 111/95 esprima un criterio più rigido di imputazione della responsabilità all’organizzatore rispetto a quanto previsto dall’art. 15 della Legge 1084/77. L’art. 14 cit., infatti, oltre a non riproporre la clausola di esonero dalla responsabilità di cui all’art. 15, comma 2, della legge del 1977, espressamente prevede che l’organizzatore o il venditore che si avvale di altri prestatori di servizi è comunque tenuto a risarcire il danno sofferto dal consumatore. Nel caso di specie, infine, non risulta neppure applicabile per l’organizzatore la clausola di esonero dalla responsabilità di cui all’art. 17 del D.Lgs. 111/95, atteso che l’inadempimento imputabile alla compagnia aerea, non rappresenta di certo un fatto addebitabile al terzo a carattere imprevedibile o inevitabile e non integra gli estremi del caso fortuito o della forza maggiore. Nessuna prova è stata offerta dalla convenuta in ordine alla circostanza di aver apprestato con sollecitudine ogni rimedio utile al soccorso del consumatore al fine di consentirgli la prosecuzione del viaggio, come allo stesso organizzatore imposto dall’art. 17, comma 2, D.Lgs. 111/95. Al contrario, invece, parte attrice ha dato prova del fatto che il tour operator, nulla ha fatto per ottenere la spedizione ed il recapito dei bagagli da parte della compagnia aerea, nonostante gli stessi fossero stati individuati presso un aeroporto non specificato. L'entità del risarcimento è stata calcolata in € 12.803,04,di cui Euro 4803,04 per rimborso delle prestazioni non godute, Euro 8.000,00 per danno da vacanza rovinata oltre rivalutazione ed interessi nella misura legale.
Anteprima della tesi: Il danno da vacanza rovinata come danno non patrimoniale da inadempimento contrattuale, Pagina 8

Preview dalla tesi:

Il danno da vacanza rovinata come danno non patrimoniale da inadempimento contrattuale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gianfranco Fettolini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Brescia
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Fabio Addis
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 189

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

causa concreta del viaggio
danni al turista
danni in vacanza
danno da vacanza rovinata
danno non patrimoniale
danno patrimoniale
ferie
ferie saltate
finalita di vacanza
inadempimenti tour operator
inadempimento contrattuale
intermediario
operatore turistico
problemi in viaggio
responsabilità
responsabilità contrattuale
responsabilità extracontrattuale
risarcimento del danno
tour operator
viaggi rovinati

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi