Skip to content

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 sempre in declino, aumenta passando dal 4,5% del 1968 al 6% del 1969, il volume del commercio estero aumenta del 14% e la bilancia commerciale e dei pagamenti tornano in equilibrio. Al partito, che vede diminuire il proprio potere diretto sulla gestione delle attivit economiche a favore di economisti, tecnici e ideatori della riforma, rimangono le funzioni di coordinamento e controllo garantite dall apparato che continua a occupare gli incarichi dirigenziali. Questa graduale differenziazione delle funzioni Ł un primo passo verso la separazione di partito e stato che si attuer solamente alla fine degli anni Ottanta. A met anni Settanta il processo riformatore rallen ta. A novembre del 1972, per ragioni diverse (permanere delle difficolt economi che, opposizione dei sindacati e dei dirigenti dell industria pesante, opposizione dell ala conservatrice del partito, pressioni internazionali esercitate da Mosca, Repubblica Democratica Tedesca, Cecoslovacchia e Bulgaria), si conclude la prima stagione del NME. Il 27 marzo 1974 il Comitato Centrale rimuove dall incarico il segretario per gl i affari economici Rezsı Nyers, padre della riforma economica, e il segretario alla cultura e l ideologia Gy rgy AczØl (rieletto l anno successivo nel Politburo), e costringe alle dimissioni l esperto di questioni agricole e vice-primo ministro Lajos FehØr. Questi provvedimenti contro chi era considerato parte fondamentale dell ala liberale del partito, sono percepiti come la definitiva presa di distanza dalla politica economica e dal clima culturale che avevano caratterizzato gli ultimi anni di storia ungherese. Sono messe inoltre in atto misure restrittive nei confronti di intellettuali legati alla Scuola di Budapest, sostenitori della necessit di democratizzare in parte la societ 8, di garantire l indipendenza dell arte, della religione e della filosofia e dell introduzione di nuove forme di regolazione sociale e di economica mista. La politica economica di questi anni, di cui si fa interprete KÆroly NØmeth, successore di Nyers, mira a cercare un equilibrio tra la necessit di non allontanarsi troppo dalla fedelt a Mosca, da cui dipende la mag gior parte delle importazioni di materie prime9, e il bisogno, per sostenere l economia, degli scambi commerciali con i paesi industrializzati del blocco occidentale. Il 28 giugno 1973 Ł costituito un nuovo 8 Esponente di rilievo della Scuola di Marxismo di Budapest Ł il filosofo Gy rgy LukÆs, sostenitore dela Primavera di Praga, di una Nuova Sinistra in tutta l Europa e critico del regime, colpevole di aver riprodotto l alienazione capitalista della classe lavoratrice. 9 Nel 1959 il Comecon aveva offerto all Ungheria un accordo economico che prevedeva il rifornimento di materie prime a prezzi politici e l acquisto di prodotti non competitivi sul mercato mondiale (come gli autobus Ikarusz, la cui produzione in altre circostanze risulterebbe anti-economica). Due terzi del commercio estero ungherese Ł rivolto ai partner del Comecon, di cui solo l Unione Sovietica assorbe il 36,1 % dell esportazioni magiare e fornisce il 95% di ferro, il 68% di petrolio, il 51% di acciaio, il 78 % di legno e il 56% di carta.
Anteprima della tesi: Il processo di transizione in Ungheria e Romania, Pagina 10

Indice dalla tesi:

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Giordana Pallone
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2006-07
Università: Università degli Studi Roma Tre
Facoltà: Lettere e Filosofia
Corso: Storia contemporanea
Relatore: RobertoMorozzo della Rocca
Lingua: Italiano
Num. pagine: 235

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

1989
antall
area danubio-balcanica
comunismo
democratizzazione
democrazia popolare
economia pianificata
europa
europa centro orientale
horn
ion iliescu
janos kadar
m. s. gorbacev
nicolae ceausescu
peter roman
romania
socialismo
storia
transilvania
transizione
ungheria
unione europea
urss

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi