Skip to content

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
12 Capitolo 1 Ungheria, una transizione pacifica 1.1 Il gulyÆskommunizmus La transizione del 1989 non pu essere compresa sen za aver considerato gli avvenimenti che hanno segnato direttamente e indirettamente la storia dell Ungheria comunista, in particolar modo, dal 1956, quando JÆnos KÆdÆr, posto alla guida del paese in seguito alla rivolta guidata da Imre Nagy e all intervento dei carri armati sovietici, adotta una linea di governo centrista volta a raggiungere rapidamente la normalizzazione delle relazioni politiche, econom iche e sociali interne e delle relazioni con l Unione Sovietica1 e i paesi occidentali2. La prima manifestazione di questo orientamento si ha nel testo della risoluzione assunta il 5 dicembre 19563 dal comitato centrale provvisorio del Partito Operaio Socialista Ungherese - POSU (MSZMP Magyar Szocialista MunkÆspÆrt) che condanna sia gli errori dei dogmatici , gli stalinisti RÆkosi e Gerı (che saranno espulsi dal partito nell estate del 1962), sia i revisionisti della contro-rivoluzion e, Nagy e Losonczy4. Nei rapporti con la popolazione, il nuovo segretario si pone obiettivi mirati alla ricerca di un compromesso tra l ideale e ci che Ł realizzabile, nella consapevolezza di poter ottenere migliori risultati con la persuasione piuttosto che con la coercizione5. Gli effetti di quest approccio riformatore della nuova leadershi p ungherese, definito da Nikita Sergeevič Chru čºv gulyÆskommunizmus, si manifestano in tutti gli ambiti, nell economia (principalmente), nella vita politica e nella cultura. La politica economica perseguita da KÆdÆr Ł la manifestazione piø evidente del suo tentativo di trovare una sorta di terza via tra c apitalismo e socialismo. L economia 1 Il 27 maggio 1957 Ł stipulato il trattato che riconosce la legalit delle truppe sovietiche stanziate in Ungheria. 2 Il 27 febbraio 1957 i rapporti diplomatici con gli Usa si interrompono con la partenza dell ambasciatore designato Edward T. Wailes che, giunto a Budapest il 2 novembre 56 per presentare le credenziali a Nagy, si rifiuta di presentarle a KÆdÆr. 3 Il Comitato Centrale individua quattro responsabili della contro-rivoluzione d ottobre: la politica settaria, dogmatica, autoritaria e lontana dai principi del marxismo-leninismo di RÆkosi e Gerı; l opposizione interna al partito guidata da Nagy e Losonczy; le forze fasciste-horthyste e capitaliste- latifondiste presenti clandestinamente in patria e l imperialismo internazionale. Cfr. Risoluzione del Comitato Centrale provvisorio del Posu 5 dicembre 1956, in KÆdÆr, J. Socialismo e democrazia in Ungheria. Discorsi, articoli, interviste 1957-1982, Budapest, Corvina, 1984, p. 285. 4 Il 15 giugno 1958 Imre Nagy Ł condannato a morte. 5 KÆdÆr: The enlightening explanations cannot ever be substituted with commands. Words of command may result in less resistance, but commands do not ever evolve into real power. In Felkay, Andrew, Hungary and the USSR, 1956-1988 : KÆdÆr’s political leadership, New York, Greenwood, 1989
Anteprima della tesi: Il processo di transizione in Ungheria e Romania, Pagina 8

Indice dalla tesi:

Il processo di transizione in Ungheria e Romania

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Giordana Pallone
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2006-07
Università: Università degli Studi Roma Tre
Facoltà: Lettere e Filosofia
Corso: Storia contemporanea
Relatore: RobertoMorozzo della Rocca
Lingua: Italiano
Num. pagine: 235

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

1989
antall
area danubio-balcanica
comunismo
democratizzazione
democrazia popolare
economia pianificata
europa
europa centro orientale
horn
ion iliescu
janos kadar
m. s. gorbacev
nicolae ceausescu
peter roman
romania
socialismo
storia
transilvania
transizione
ungheria
unione europea
urss

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi