Skip to content

La capacità informativa del sistema contabile degli enti locali. Il caso del comune di Quartu Sant'Elena.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
4    personale  da  utilizzare  presso  le  pubbliche  amministrazioni  per  le  attività  di  informazione e comunicazione e disciplina degli interventi formativi” 5 .   Con  l’entrata  in vigore di questa  legge e del  relativo  regolamento di attuazione,  si è   permesso  alle  pubbliche  amministrazioni  di  disporre  di  un  nuovo  indispensabile  strumento per sviluppare le relazioni con i cittadini, potenziare e armonizzare i flussi di  informazioni  al  loro  interno  e  concorrere  ad  affermare  il  diritto  dei  cittadini  ad  usufruire di un’efficace comunicazione.   A tal proposito  ,  la stessa direttiva emanata dal Dipartimento della funzione pubblica     (in coerenza con la volontà del governo di attivare un processo radicale di riforma della  pubblica amministrazione) fà un esplicito riferimento, forse in un’ottica di emulazione,  al percorso e alla crescita delle imprese private che, grazie a tutte quelle attività legate  alla  comunicazione  di  impresa  e  alla  pubblicità,  sono  state  capaci  di  influenzare  le  proprie  scelte  organizzative  e  strategiche,  contribuendo  a  migliorare  la  visibilità,  l’immagine  aziendale  e  mantenere  un  buon  rapporto  fiduciario  con  i  portatori  di  interesse.  Risulta chiaro che si ricorre in misura sempre maggiore all’utilizzo di strumenti adottati  dalle  imprese  private  e  congruamente  applicabili  al  settore  pubblico,  e  si  rivelano  vincenti quando,  sottoposti  alla  selezione naturale del mercato e della  concorrenza,  rimane  in  gioco  chi  adotta  con  successo  quelle  scelte  strategiche  non  rigide  ma  piuttosto adattabili all’ambiente di riferimento.   Ne  deriva,  quindi,  che  tutti  i  soggetti  rappresentativi  del  settore  pubblico  devono  possedere quelle abilità e capacità, personali ed operative, necessarie per  la gestione  dei flussi di comunicazione in entrata e soprattutto in uscita.   E’ proprio questa doppia corrispondenza a rappresentare l’analisi di questo studio ed,  in particolare,  la capacità della struttura organizzativa di mettere  in atto un  sistema  informativo‐contabile  in  grado  di  soddisfare  l’esigenza  informativa  richiesta  nei  tre  principali  momenti  dell’azione  amministrativa:  la  previsione,  la  gestione,  la  rendicontazione;  infatti essi dovrebbero rappresentare, mediante  la programmazione  e  le  tecniche della  ragioneria, quei  flussi  in entrata di  informazioni che sono  ritenuti  degni  di  considerazione  e  che  possano  poi  fluire  lungo  il  percorso  interno  all’organizzazione  e  raggiungere  i  settori  e  il  personale  interessato.  Questi  ultimi  saranno poi chiamati ad utilizzare    le  informazioni a disposizione per  implementare  una configurazione di obiettivi operativi ideale e raggiungibile.  L’aspetto  contabile,  anche  se  ritenuto  strumentale  al  fine  ultimo  dell’ente,  è  un  indiscusso strumento che permette di offrire una misura di ciò che si sta facendo. Una  misura che, per mezzo di  rilevazioni quantitative,  indici, percentuali, descrizioni ecc..  permette  una  lettura  in  chiave  tecnica  dell’operato  dell’amministrazione.  Tale   strumento  contabile  si  adatta  alla  tipologia  di  azienda  o meglio  è  l’azienda  che  a  seconda del  fine  che vuole  raggiungere adotta un  sistema  contabile  che può meglio  rilevare e gestire  i propri  flussi di  informazione.  Il   pubblico ed  il  privato adottano  strumenti  contabili  differenti  perchè  hanno  fini  differenti.  Il  primo  utilizza  la  c.d.  contabilità finanziaria, il secondo la contabilità generale.   Secondo  l’opinione diffusa  in dottrina,  la  “Contabilità generale”,  tipica delle  imprese  private,  rappresenta  un  insieme  di  rilevazioni  sistematiche  avente  come  fine  la  determinazione  analitica  del  reddito  e  l’annesso  capitale  di  funzionamento,  in   riferimento ad un dato periodo amministrativo.                                                                 5   DPR del 21 settembre 2001, n.422 
Anteprima della tesi: La capacità informativa del sistema contabile degli enti locali. Il caso del comune di Quartu Sant'Elena., Pagina 5

Preview dalla tesi:

La capacità informativa del sistema contabile degli enti locali. Il caso del comune di Quartu Sant'Elena.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Fadda
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Armando Buccellato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amministrazioni pubblice
enti locali
quartu sant'elena
sistema contabile

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi