Skip to content

La ricezione e la rielaborazione delle saghe islandesi tra XIX e XX secolo in Inghilterra e negli Stati Uniti: il caso della Grettis saga

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
fantasia all’interno di un’opera per lui storicamente affidabile. Baring Gould, infatti, scrive a riguardo: “And now there comes into the saga of Grettir a story which is certainly untrue, but how it comes in can be made out pretty easily” 69 . La stessa motivazione, che “It did not satisfy those who told the tale of Grettir that he should have spent the winter at Sandheaps and done nothing” 70 , viene addotta per l’inserimento del passo in cui Grettir nuota sotto la cascata fino ad arrivare alla caverna del gigante. Qui, secondo Baring Gould, Grettir: “found nothing more than dead men’s bones” 71 , diversamente che nella saga, dove si dice che l’eroe abbia trovato un tesoro nella grotta 72 : “Ekki er frá því sagt, hversu mikit fé hann fekk í hellinum, en þat ætla menn, at verit hafi nûkkut” (p. 216). L’autore vittoriano, inoltre, ritiene che il duello col gigante sia stato tratto dall’episodio della discesa di Grettir nel tumulo di Kárr 73 . Per quanto riguarda la lotta dell’eroe con la donna troll, secondo lo scrittore inglese questa scena deriva da quella dello scontro tra Grettir e Glámr, viste le numerose somiglianze tra i due combattimenti – ad esempio, avvengono entrambi di notte nel periodo degli jól, prima in un ambiente interno, poi all’esterno, dove Grettir annienta il suo avversario soprannaturale – eccetto per il particolare che qui il nemico non è un uomo ma una donna 74 . Nella Grettis saga vengono riportate due versioni della morte della trollkona: “Þetta er sûgn Grettis, at trûllkonan steyptist í gljúfrin við, er hon fékk sárit, en Bárðardalsmenn segja, at hana dagaði uppi, þá er þau glímdu, ok sprungit, þá er hann hjó af henni hûndina, ok standi þar enn í konulíking á bjarginu” 75 (p. 213). Era, infatti, credenza popolare che certi troll non potessero vedere la luce del giorno senza diventare di pietra. Nel suo romanzo, invece, Baring Gould si rifà soltanto alla credenza popolare, perciò scrive: “[…] and at that moment the sun rose, and the Troll-woman was turned into stone. There she stand with her amputated arm-socket, as a mass of black basalt or lava to this day” 76 . Infatti, secondo lo scrittore inglese: 69 Baring Gould (1890: 299). 70 Baring Gould (1890: 303). 71 Baring Gould (1890: 309). 72 “Non si dice quali ricchezze egli trovasse in quell’antro, ma si ritiene ve ne fossero parecchie”: Grazi (1983: 377). 73 Cfr. Baring Gould (1890: 310). 74 Cfr. Baring Gould (1890: 305). 75 “Secondo il racconto di Grettir, la troll si precipitò nell’abisso quando egli la ferì; la gente del Bárðardalr narra, invece, che essa fù colta dalla luce del giorno mentre stavano lottando e che schiantò quando le tagliò il braccio: ella sta ancora là sulla rupe, impietrata in forma di donna”: Grazi (1983: 374). 76 Baring Gould (1890: 305).
Anteprima della tesi: La ricezione e la rielaborazione delle saghe islandesi tra XIX e XX secolo in Inghilterra e negli Stati Uniti: il caso della Grettis saga, Pagina 14

Indice dalla tesi:

La ricezione e la rielaborazione delle saghe islandesi tra XIX e XX secolo in Inghilterra e negli Stati Uniti: il caso della Grettis saga

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Arianna Calore
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2006-07
Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
Corso: Filologia e letteratura dell'antichità
Relatore: MassimilianoBampi
Lingua: Italiano
Num. pagine: 168

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

allen
baring
beowulf
filologia
french
fuorilegge
gould
grettir
grettis
inghilterra
islanda
islandesi
linguaggio
nordico
norreno
outlaw
ricezione
rielaborazione
riscrittura
saga
stati
strong
uniti
usa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi