Il principio di specialità nell'estradizione attiva o dall'estero

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 dell’espulsione per la ripugnanza che si provava a mettere i propri organi a servizio di un’altra sovranità (in questo senso gli accordi tra i liberi comuni italiani, ad esempio, quelli fra Siena e Firenze del 1255). Il concetto che la comunità politica debba rispondere di ogni atto individuale lesivo di interessi stranieri spiega l’abbandono dei colpevoli alla vendetta dello Stato offeso, salvo un esemplare punizione diretta degli stessi. La concessione dell’asilo apparve per lungo tempo come una specie di ratifica o approvazione dell’operato del rifugiato. Questi concetti sopravvivono anche nella dottrina groziana della patientia e del receptus e in alcuni orientamenti successivi. L’estradizione, quantitativamente modesta fino alle soglie dell’800, subisce una serie di profonde trasformazioni nel corso del XIX secolo. Innanzitutto, grazie alla stipulazione di una fitta rete di trattati bilaterali, diventa una pratica diffusissima; in secondo luogo, acquista le caratteristiche di un vero e proprio istituto giuridico, di rilevanza sia interna che in internazionale; infine estende la sua operatività ai reati comuni, inizialmente esclusi dagli accordi estradizionali e destinati, invece, per un certo tempo, ad essere gli unici reati estradabili, a causa dell’inserimento nei trattati del divieto di estradizione per i reati politici. 4 4 E in tale periodo che si affermarono alcuni principi che a tutt oggi costituiscono dei punti cardine dell istituto. Ci si riferisce, ad esempio, al divieto di estradizione per i reati politici, ovvero al limite

Anteprima della Tesi di Floriana Daniele

Anteprima della tesi: Il principio di specialità nell'estradizione attiva o dall'estero, Pagina 4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Floriana Daniele Contatta »

Composta da 250 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2150 click dal 06/10/2008.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.