Skip to content

La società controllata e la quotazione

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 mercato finanziario da quello degli altri paesi30. Tuttavia queste differenze non sembrano essere il riflesso di condizioni iniziali diverse, né tanto meno di un diverso impulso dato dall‟ordinamento. Infatti all‟inizio dello scorso secolo, un osservatore avrebbe fatto fatica a trovare differenze nei modelli proprietari di Regno Unito, Germania ed Italia, i cui mercati erano tutti caratterizzati da strutture fortemente concentrate. Allora il sistema inglese non era più attento alla protezione degli investitori di quanto lo fossero quelli tedesco o italiano. In seguito però le strutture proprietarie inglesi si sono evolute, non grazie alla legge che lo imponeva, ma in forza dell‟atteggiamento, sia degli imprenditori, che hanno realizzato, tra le due guerre mondiali, un forte processo di concentrazione e diluizione del controllo, sia degli amministratori, che hanno deciso di condividere i benefici delle operazioni societarie con tutti gli azionisti. E ciò indipendentemente da una regolamentazione dell‟Offerta pubblica d‟acquisto (in seguito abbr. in Opa)31. Attualmente la dottrina è abbastanza divisa circa i mutamenti sulla concentrazione della proprietà32 in Italia. Se è vero però che il fenomeno dei gruppi piramidali sembra tendere ad una qualche riduzione – “il grado di complessità e la profondità de tali gruppi si sono drasticamente ridotti”33 – tuttavia la “tutela degli azionisti di minoranza […] va ancora rafforzata”34. La discussione sul tema della separazione tra proprietà e controllo nelle imprese rimane dunque sotto i riflettori della politica. Nel programma di governo dell‟Unione, nel 2006, si sottolineava la necessità di “incidere sulle forme di chiusura proprietaria, come gruppi piramidali, accordi e patti di sindacato”35 e si prevedeva l‟adozione di misure che limitassero l‟oggetto dei patti di sindacato “a questioni proprietarie e non gestionali”36. Sviluppo concreto di questo programma è sembrata essere, in chiave estremamente drastica, la proposta Zanda, già al vaglio delle commissioni del Senato nella passata legislatura, che ha scatenato ingenti reazioni in dottrina e tra gli operatori del settore. Alle critiche puntuali sulle soluzioni prospettate, si è aggiunto infatti il giudizio negativo circa gli interventi legislativi molto stringenti sui profili riguardanti la struttura proprietaria delle imprese, che 30 Cfr. M. ONADO, op. cit.; contra P. MONTALENTI, Gli strumenti di controllo: i gruppi piramidali, relazione al XXII Convegno di studio su “Proprietà e controllo dell’impresa: il modello italiano – Stabilità o contendibilità?”, Courmayeur, 5-6 ottobre 2007, http://www.radioradicale.it. 31 Ibid. 32 M. BIANCHI, M. BIANCO, Stato, coalizioni e famiglie: l’evoluzione della governance dei gruppi quotati italiani, relazione presso la Facoltà di Economia di Roma, Università di Roma – Tor Vergata, 16 dicembre 2005, http://www.ceistorvergata.it/conferenze&convegni/5bianchi_bianco.pdf, non vedono segni di cambiamento sostanziali (la riduzione del fenomeno delle piramidi societarie è compensato dall‟aumento dei patti di sindacato); contra S. MENGOLI, S. SANDRI, La via, op. cit., p. 2; M. BELCREDI, C. DI NOIA, Un’atomica contro le piramidi, http://www.lavoce.info, 28 giugno 2007, sottolineano come il numero delle società stand-alone, cioè ”indipendenti”, sia raddoppiato dal 1978 al 2003. 33 L. CARDIA, Presidente della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (in seguito abbr. in Consob), in Incontro annuale con il mercato finanziario del 9 luglio 2007, a Milano, p. 17. 34 M. DRAGHI, Governatore della Banca d‟Italia, Considerazioni finali, 31 maggio 2007. 35 AA.VV., Per il bene dell’Italia, Programma di governo 2006/2011, p. 124. 36 Ivi, p. 134.
Anteprima della tesi: La società controllata e la quotazione, Pagina 6

Indice dalla tesi:

La società controllata e la quotazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Guido Poggi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Umberto Tombari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 180

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

altrui direzione
amministratori indipendenti
cash pooling
codice preda
consob
controllo
controllo società borsa
eterodirezione
gruppo di società
legge sul risparmio
listing
parti correlate
quotazione
sarbanes-oxley act
scatole cinesi
società controllata
stakeholder
trading
vantaggi compensativi
zanda

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi