Il cathechismo di Bartolomeo Fonzio: un riformatore veneziano sulla scia di Lutero

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 INTRODUZIONE Molte pagine sono state dedicate agli studi sulla Riforma in Italia 1 . Sulla realtà specifica del territorio veneziano poi troviamo una vasta bibliografia 2 , che si sofferma in particolare su alcuni personaggi emblematici, a cominciare dalla figura di Pier Paolo Vergerio che da vescovo di Capodistria si convertì alle nuove idee, suscitando grande indignazione 3 . Ma esistono storie meno conosciute, benché facciano riferimento a istanze di riforma paragonabili a quelle dei personaggi a cui gli storici hanno dato maggiore spazio. Una di queste è quella che riguarda il francescano conventuale Bartolomeo Fonzio, operante a Venezia e nell’entroterra nella prima metà del Cinquecento, processato e condannato dall’Inquisizione veneziana nel 1562. 1 A parte le opere classiche di D. CANTIMORI, Prospettive di storia ereticale italiana del Cinquecento, Bari, Laterza, 1960, e ID., Eretici italiani del Cinquecento, Firenze, Sansoni, 1967, si possono ricordare: S. CAPONETTO, Studi sulla riforma in Italia, Firenze, Università degli studi, Dipartimento di storia, 1987; M. FIRPO, Riforma protestante ed eresie nell’Italia del Cinquecento, Bari, Laterza, 1993; L. FIRPO, Scritti sulla Riforma in Italia, Napoli, Prismi, 1996. (Biblioteca del Corpus Reformatorum Italicorum, V). Per un quadro dell’evoluzione storica della Riforma in Italia, cfr. Lutero in Italia: studi storici del V centenario della nascita, a cura di L. PERRONE, introduzione di G. MICCOLI, Casale Monferrato, Marietti, 1983. 2 Oltre all’opera classica di C. CANTÙ, Discorso XLV: eretici nel Veneto, in Gli eretici d’Italia. Discorsi storici, vol. III, Torino, UTET, 1868, pp. 129-173 e a quelle sul Friuli, da P. PASCHINI, Eresia e riforma cattolica al confine orientale d’Italia, Romae, Facultas Pontificii Athenaei Lateranensis, 1951 e alle recenti opere più recenti di Ginzburg e Del Col, cfr. F. GAETA, Documenti vaticani sulla Riforma a Venezia, in «Annuario dell’Istituto storico italiano per l’età moderna e contemporanea», VII (1955), pp. 3-53; A. STELLA, Dall’anabattismo al socinianesimo nel Cinquecento veneto. Ricerche storiche, Padova, Liviana, 1967; A. OLIVIERI, Fra collettività urbane e rurali e «colonie» mediterranee: l’«eresia» a Venezia, in Storia della cultura veneta: dal primo Quattrocento al Concilio di Trento, vol. 3/3, a cura di G. ARNALDI e M. PASTORE STOCCHI, Vicenza, Neri Pozza editore, 1980, pp. 467-512; A. BERLENDIS, La riforma a Venezia nel Cinquecento, Altamura, Soc. coop. Litotipografica Filadelfia, 1991.A. DEL COL - M. MILANI, “Senza effusione di sangue e senza pericolo di morte”. Intorno ad alcune condanne capitali delle Inquisizioni di Venezia e Verona nel Settecento e in quelle veneziane del Cinquecento, in Eretici esuli e indemoniati nell’età moderna, a cura di M. ROSA, Firenze, Olschki, 1998 (Biblioteca della rivista di storia e letteratura religiosa. Studi, IX), pp. 141-196. 3 A. JACOBSON SCHUTTE, Pier Paolo Vergerio e la Riforma a Venezia (1498-1549), Roma, Il Veltro, 1988.

Anteprima della Tesi di Maria Pagnanelli

Anteprima della tesi: Il cathechismo di Bartolomeo Fonzio: un riformatore veneziano sulla scia di Lutero, Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Maria Pagnanelli Contatta »

Composta da 47 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 765 click dal 10/10/2008.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.