Skip to content

Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Volgendo nuovamente lo sguardo ai giorni nostri, i due studiosi rilevano, su entrambi gli aspetti esaminati (quello economico e quello geopolitico), la progressiva formazione di una “area asiatica” incentrata sulla Cina, esattamente come quella le cui fondamenta entrarono in crisi agli inizi dell’Ottocento. Utilizzando stime effettuate dalla Banca Mondiale, per le quali le dimensioni dell’economia cinese sarebbero destinata a superare, in poco meno di 40 anni, quelle dei paesi UE, del Giappone e, infine, degli Stati Uniti, gli autori di Asia al centro rilevano che “queste previsioni non dovrebbero meravigliare più di tanto lo storico che non sia accecato da eurocentrismo”, poiché “infatti, nel 1500 le maggiori potenze del mondo per PIL erano per l’appunto la Cina, e l’India, seguita dall’Europa” 25 . Dal punto di vista della politica internazionale, la Repubblica Popolare avrebbe reagito abbastanza efficacemente alle tendenze unilaterali dell’amministrazione Bush, soprattutto in seguito alle scelte statunitensi sull’Iraq, ritrovando la sua centralità regionale, anche attraverso l’elaborazione di una nuova diplomazia: in questo contesto, “non manca chi, addirittura ha ipotizzato l’affermarsi nell’Asia orientale di un nuovo sistema internazionale “gerarchico” avente al vertice la Cina”, il quale, non sarebbe altro che “una variante moderna (cioè adattata al mondo globalizzato di oggi) del tradizionale ordine sino-centrico, ordine che, come sappiamo, aveva caratterizzato i rapporti internazionali cinesi in quella regione per molti secoli, fino all’intrusione del capitalismo europeo” 26 . In questo modo, con la creazione di una sorta di “ordine regionale cinese” anche in termini geopopolitici, il vulnus prodottosi nella storia cinese in seguito alla dominazione occidentale, sarebbe stato definitivamente debellato, chiudendo così un “ciclo” e aprendone uno “nuovo”, il quale, paradossalmente, tenderebbe a ricreare – con i dovuti accorgimenti - la situazione antecedente l’Ottocento. Questo, in generale, il percorso che si vorrebbe qui seguire in relazione alla politica estera della Cina. Entrando più nello specifico, la seconda opera che dovrebbe “chiudere” il discorso introduttivo sin qui svolto, è costituita da un articolo dello studioso Niklas Swanstrom, apparso sul Journal Of Contemporary China e titolato, anche qui abbastanza significativamente, China and Central Asia: a new Great Game or a traditional vassal relations?. Partendo dall’assunto che i legami tra la Cina e i popoli centroasiatici trovano sostanzialmente nella storia la loro più forte ragion d’essere, l’autore in questione sembrerebbe non condividere pienamente né le tesi del “Grande Gioco” – le quali rappresenterebbero solo un aspetto delle problematiche oggi sul tappeto – né le tesi che vedrebbero nell’Asia centrale una sorta di classico “Lebensraum” (Dingwei) cinese 27 . La politica di mutua collaborazione instaurata soprattutto a livello multilaterale tra la Cina e quattro dei cinque stati centroasiatici di recente indipendenza non sarebbe, per Swanstrom, un’assoluta novità, in quanto “historically similar relations were established during the tributary relations China had with Central Asia, when China was very generous with money and gifts in exchange for stability and trade” 28 . In estrema sintesi, l’Asia centrale sarebbe, al pari del sud-est asiatico, una delle due regioni in cui la Cina “is attempting to establish political and economic domination over, in a similar fashion to the American domination over South and Latin America”, anche se, questi tentativi cinesi di egemonia nell’area non dovrebbero, tuttavia, essere intesi “in a negative way, but rather to influence the states 25 Ivi, pp. 182-183. 26 Ivi, p. 298. 27 Niklas Swanstrom, China and Central Asia: a new Great Game or a traditional vassal relations?, in Journal of Contemporary China, 14 (45), November 2005, p. 570. 28 Ivi, p. 576. 9
Anteprima della tesi: Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?, Pagina 7

Preview dalla tesi:

Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Argiolas
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Annamaria Baldussi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 188

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alleanza sino-russa
asia centrale
cina
color revolution
dingwei -spazio vitale
etim
grande gioco
impero cinese
islam
kazakistan tagikistan uzbekistan
partito comunista cinese
petrolio
politica estera
politica estera cinese
politica internazionale
rats
repubblica poplare cinese
repubbliche centroasiatiche
sco
secolo delle umiliazioni
usa in asia centrale
uzbekistan
via della seta
xinjiang

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi