Skip to content

Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
fortemente ridimensionato, in linea con quanto sarebbe accaduto più in generale in altre regioni asiatiche soggette all’influenza cinese: la famosa Via della Seta, che rappresenta una pagina straordinaria di storia umana ma che qui – come si specificherà in seguito – è vista soprattutto in un’ottica di relazione tra Cina e Asia centrale, dovrebbe costituire il principale “mezzo” attraverso cui l’impero cinese avrebbe costruito quello che, con un linguaggio forse moderno, potrebbe essere definito come un ruolo di primaria importanza nei confronti dell’area centroasiatica. Il secondo periodo, infine, si apre con il 1991, anno dell’indipendenza per gli stati centroasiatici, e si chiude in linea di massima nel 2005, anno che, seppur costellato da eventi sin qui di fondamentale importanza, rappresenta una scelta arbitraria dovuta all’esigenza di individuare comunque, tra processi che sono ancora caratterizzati da un elevato grado di fluidità e suscettibili di variazioni anche notevoli, un punto di approdo ragionevolmente sicuro: negli ultimi quindici anni, la Repubblica Popolare ha potuto ristabilire dei contatti diplomatici diretti con la regione dell’Asia centrale, ripristinando metaforicamente l’antica Via della Seta e impostando delle relazioni che, come abbiamo visto, alcuni studiosi giudicano non troppo dissimili da quelle esistenti in passato. L’ultima precisazione, di carattere metodologico, riguarda la scelta, ripresa anche in questo caso da Swanstrom, di guardare alla politica estera della Cina in Asia centrale come ad una politica sostanzialmente rivolta ad una singola unità, nonostante le differenze di natura geografica, politica, etnica, ecc., che possono esistere tra i vari stati centroasiatici e a cui si farà comunque breve riferimento in appositi paragrafi inseriti nella sezione conclusiva. Da una parte, una scelta simile permetterebbe di cogliere il tratto più saliente dell’attuale politica centroasiatica cinese, la quale, non senza alcune forzature, potrebbe essere sommariamente definita come una “politica regionale”, essendo in via di principio attuata mediante l’utilizzo di canali multilaterali istituzionalmente consolidati 32 . Dall’altra, essa non sarebbe ovviamente priva di limiti e lacune: l’”approccio regionale”, infatti, esclude dalla trattazione il Turkmenistan, con il quale la Cina avrebbe avuto sin qui rapporti poco significativi e, soprattutto, non permetterebbe di cogliere la rilevanza della relazioni bilaterali, di natura rispettivamente economica e militare, con il Kazakistan e il Kirghizistan 33 . Il sistema di trascrizione utilizzato per i nomi e i toponimi cinesi – ad eccezione di quelli maggiormente conosciuti in occidente con altra grafia – è il pinyin; per i nomi centroasiatici, la cui grafia può far riferimento a diversi alfabeti (arabo, cirillico, cinese, latino, ecc.), si è scelto un criterio di riconoscibilità, adottando la grafia normalmente utilizzata nelle fonti scritte o tradotte in italiano. 32 Ivi, p. 569. 33 Ibidem. 11
Anteprima della tesi: Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?, Pagina 9

Preview dalla tesi:

Cina e Asia centrale: un ''Nuovo Grande Gioco'' o un antico Dingwei?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Argiolas
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Annamaria Baldussi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 188

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alleanza sino-russa
asia centrale
cina
color revolution
dingwei -spazio vitale
etim
grande gioco
impero cinese
islam
kazakistan tagikistan uzbekistan
partito comunista cinese
petrolio
politica estera
politica estera cinese
politica internazionale
rats
repubblica poplare cinese
repubbliche centroasiatiche
sco
secolo delle umiliazioni
usa in asia centrale
uzbekistan
via della seta
xinjiang

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi