Skip to content

Le jardin des plantes di Claude Simon: proposta di traduzione di alcuni passi dell'opera

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Accusato più volte dalla critica di essere un autore « difficile », « ennuyeux », « illisible » e « confus », Claude Simon si schiera contro il concetto di romanzo tradizionale, in cui l’azione e il meccanismo della causa/effetto contano di più delle descrizioni, ridotte a degli stereotipi se non addirittura sacrificate a favore del coronamento logico del romanzo, e rivendica la possibilità di seguire un percorso alternativo rispetto a un romanziere che parte da un “inizio” e arriva a una “fine”. Come un esploratore che si trova a percorrere un sentiero ricco di biforcazioni, si smarrisce, torna sui suoi passi, vede paesaggi che gliene ricordano altri, prova determinate emozioni e, alla fine, forse, si ritrova al punto di partenza, con la consapevolezza, però, di aver tracciato una direzione. Ruolo fondamentale, in questo senso, è svolto dalle sensazioni e da quel gioco di assonanza e dissonanza che possono innescare. Se per Claude Simon la logica secondo la quale due personaggi di un romanzo si incontrano, si amano e muoiono può non essere credibile, il fatto che un profumo, un oggetto o una situazione susciti automaticamente un altro ricordo, che magari era sepolto nella memoria, è pienamente fondato perché questo comporta l’esistenza di un’armonia interna, detto altrimenti una “causalità interna” che si contrappone alla “causalità esterna” tipica del romanzo realista. Lo stile di Claude Simon risente dell’influenza delle innovazioni che si verificano nel campo della letteratura, della musica e della pittura tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. In letteratura Proust con A la recherche du temps perdu (1913-1927) esce dai canoni del realismo privilegiando la soggettività all’obiettività, con uno stile fatto di periodi lunghi e lenti, ricchi di subordinate, che ben rappresentano il fluire del ricordo, e con la tematica della memoria, introdotta utilizzando uno dei cinque sensi: il gusto, a partire dalla madeleine assaporata dal protagonista all’inizio del libro. Nelle opere di Claude Simon le citazioni tratte dalla Recherche di Proust finiscono per assumere addirittura un significato diverso da quello originario. Se ad esempio nel romanzo di Proust una frase viene utilizzata per sottolineare la volubilità di un personaggio, per Simon la stessa frase rappresenta « le carrefour entre deux œuvres et deux paragraphes en même temps ». 2 Inoltre la citazione non svolge sempre la stessa funzione nei romanzi di Simon; in La Bataille de Pharsale l’autore “trasforma” l’originale penetrando nella lingua del testo con giochi di parole, omonimie, omofonie ecc: « […] tous les souvenirs voluptueux qu’il emportait de chez elle étaient comme autant d’esquisses, de « projets » pareils à ceux que vous soumet un décorateur, et qui permettaient à Swann de se faire une idée des attitudes ardentes ou pâmées qu’elle pouvait avoir avec d’autres. De sorte qu’il en arrivait à 2 Ibidem 2
Anteprima della tesi: Le jardin des plantes di Claude Simon: proposta di traduzione di alcuni passi dell'opera, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Le jardin des plantes di Claude Simon: proposta di traduzione di alcuni passi dell'opera

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Annamaria Martinolli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori
  Corso: Scienze della mediazione linguistica
  Relatore: Manuela Raccanello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

causalità interna
cinema
claude simon
digressione temporale
esprit d'exactitude
flusso di coscienza
impressionismo
james joyce
jardin des plantes
la recherche
la route des flandres
letteratura francese moderna e contemporanea
maginot
marcel proust
memoria
nouveau-roman
problemi di traduzione
seconda guerra mondiale
sensazioni
simultaneità
simultanéité
traduzione francese-italiano
traduzione letteraria
william james

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi