Skip to content

Le jardin des plantes di Claude Simon: proposta di traduzione di alcuni passi dell'opera

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
In Les Géorgiques (1981), invece, l’autore sovrappone tre diversi conflitti: le guerre napoleoniche, viste attraverso un antenato, la guerra di Spagna, con un giornalista che si chiama O. e che gli assomiglia e la Seconda Guerra mondiale, con un reggimento di cavalleria (il suo) che viene decimato in 8 giorni. Claude Simon, attraverso le temporalità incrociate, cerca una « logique de la sensation » in cui la realtà finisce per superare la finzione. Molto importanti sono i documenti inseriti all’interno dei romanzi: le pagine scritte dall’antenato in La Route des Flandres, gli archivi militari in Le jardin des plantes, fanno sì che la guerra acquisisca una forma ibrida. Essa ha le dimensioni di un paesaggio, i movimenti di un fenomeno climatico aleatorio perciò Claude Simon non descrive la guerra ma « son paysage immanent dans les participes présents. » 9 Interessante è la ripresa in più romanzi della scena del colonnello a cavallo che sguaina la sciabola davanti al cecchino tedesco, anche perché si nota un cambio di prospettiva. In La Corde raide si tratta di un ricordo che viene presentato sottoforma di aneddoto, poi in La Route des Flandres si trasforma in un enigma e l’autore si chiede se si sia trattato di suicidio o di un gesto di ridicolo coraggio, in Histoire (1967) il ricordo ritorna attraverso un’analogia formale con un personaggio raffigurato in una vetrata che il narratore aveva visto da bambino durante la messa, ma è in Les jardin des plantes che il ricordo della vetrata viene direttamente collegato al ricordo di guerra grazie al gioco delle emozioni che porta l’adulto a riconoscere il riferimento: 10 « Longtemps il gardera l’image de se sabre levé, brandi à bout de bras dans l’étincelante lumière de mai, cavalier et cheval semblant basculer, s’écrouler sur le côté comme au ralenti, comme ces figurines des plomb, artilleurs, fantassins, cavaliers qu’il faisait fondre, enfant, à la chaleur des flammes dans la pelle à feu, commençant à se dissoudre par la base […] » (Le jardin des plantes, p. 231) Introduzione a Le jardin des plantes: Il romanzo Le jardin des plantes, scritto nel 1997, racchiude in sé tutto il mondo simoniano. Scritto come un flusso di ricordi, in cui il narratore non sempre è in prima persona, presenta una notevole ricchezza linguistica con citazioni che spaziano dalla pittura (Novelli, Poussin, gli impressionisti ecc.), alla musica (Debussy), alla letteratura (Faulkner, Stendhal, Flaubert, Proust ecc.) e che si alternano con generi diversi (il taccuino di viaggio, il romanzo storico, il diario). Il lettore viene proiettato in una nuova dimensione in cui le numerose descrizioni si susseguono senza un apparente filo logico con lo scopo, non di raccontare una storia, ma di trasmettere sensazioni ed emozioni attraverso le immagini richiamate alla mente dalla memoria del narratore. 9-10 Longuet Patrick, op. cit. 6
Anteprima della tesi: Le jardin des plantes di Claude Simon: proposta di traduzione di alcuni passi dell'opera, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Le jardin des plantes di Claude Simon: proposta di traduzione di alcuni passi dell'opera

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Annamaria Martinolli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori
  Corso: Scienze della mediazione linguistica
  Relatore: Manuela Raccanello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

causalità interna
cinema
claude simon
digressione temporale
esprit d'exactitude
flusso di coscienza
impressionismo
james joyce
jardin des plantes
la recherche
la route des flandres
letteratura francese moderna e contemporanea
maginot
marcel proust
memoria
nouveau-roman
problemi di traduzione
seconda guerra mondiale
sensazioni
simultaneità
simultanéité
traduzione francese-italiano
traduzione letteraria
william james

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi