Skip to content

La donna in al-Andalus: aspetti storici e contemporanei

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 romani o visigoti che, pur vivendo tra i musulmani, conservarono la loro fede, anche se assimilarono la lingua e la cultura araba (Daniel 1979: 130). Così, la popolazione di al- Andalus nel IX secolo, era composta da quattro elementi principali: i conquistatori musulmani nella duplice componete arabo/berbera, i mozarabi cristiani arabizzati, e gli ebrei (Wheatcroft 2004: 82). La prolungata coesistenza in un’unica regione di popoli e culture diverse portarono ad una reciproca influenza, sebbene gli elementi arabi fossero preponderanti. Etnicamente al- Andalus si presentava come un mosaico di etnie: La población fue muy heterogénea. La religión actuó como el principal elemento diferenciador entre musulmanes, cristianos y judíos. Había también diferencias étnicas entre los musulmanes, que se encontraban formados por distintos grupos tales como árabes, beréberes, sirios, yemeníes, hispanos, negros del Sudán y eslavos. Los conquistadores musulmanes de la Hispania visigoda fueron aproximadamente unos 100.000 árabes, sirios, yemeníes, y sobre todo, beréberes del norte de África. La población hispanovisigoda era algo mayor de cuatro millones (Cardillo 2002: web). Dopo queste premesse, è innegabile notare come questa società abbia avuto connotazioni originali rispetto al resto dell’Europa cristiana, una società non feudale, vicina geograficamente ed ideologicamente ai paesi del Maghreb (Tunisia, Algeria e Marocco), nella quale convivevano con tolleranza 3 , culture e religioni diverse. Agli inizi del VIII secolo, il regno visigoto, con capitale Toledo, il cui trono non era ereditario ma elettivo, si era trasformato in un caos politico e sociale con un impoverimento generale accresciuto dalle frequenti siccità, dalla rivalità tra i nobili e il conseguente discredito dei monarchi. Diversi fattori favorirono l’arrivo di una nuova civiltà che in appena otto decenni aveva conquistato tutto il bacino sud del Mediterraneo. Agli occhi delle popolazioni iberiche, l’Islam si presentò come una civiltà compatta, che aveva rigettato il paganesimo del mondo antico, dotata di un cospicuo potere militare, fornita d’impostazioni sociali avanzate, rispettosa dei costumi tradizionali e delle pratiche religiose altrui. Il nord cristiano era 3 È necessario ricordare che la “tolleranza” è un’idea relativamente recente ed estranea nella sua forma moderna agli andalusí ed a qualsiasi altra collettività precedente alla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo (Marín 2001: 57). Ciò nonostante, il sentimento di apertura nei confronti di altre culture e religioni scandalizzò i musulmani di altri paesi, i giuristi e gli uomini di religione (Caretto/ Lo Jacono/ Ventura/ Gabrieli 1983: 38).
Anteprima della tesi: La donna in al-Andalus: aspetti storici e contemporanei, Pagina 5

Indice dalla tesi:

La donna in al-Andalus: aspetti storici e contemporanei

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maria Chiara Baldini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Silvia Betti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 94

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

al andalus
cultura ispano-musulmana
donne
donne hijab
donne islam
donne religione
islam
islam spagna
spagna contemporanea
spagna musulmana
storia della spagna
velo/hijab

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi