Skip to content

La certificazione energetica in Emilia-Romagna

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE e OBIETTIVI A livello mondiale, il 30 – 40% dell‟energia primaria [1] è utilizzato nel campo dell‟edilizia. Nei Paesi a più alto reddito, questo fabbisogno energetico è soddisfatto tramite l‟uso di combustibili fossili, mentre nei Paesi in via di sviluppo, le biomasse sono le principali fonti energetiche. I due modelli energetici, seppur con molte differenze, sono entrambi molto intensivi, contribuendo al riscaldamento globale. Per migliorare la situazione nel prossimo futuro, è indispensabile che accanto ad una corretta politica energetica, si accompagnino nuove innovazioni tecnologiche. A livello globale, nel settore edile circa il 90% dell‟energia primaria viene destinata agli edifici residenziali mentre una piccola parte viene destinata a quelli non destinati a uso abitativo, come scuole, ospedale ed uffici pubblici o privati. Ecco perché, come vedremo, gli interveti più consistenti nell‟ambito dell‟efficienza energetica riguardano proprio le abitazioni future. I differenti modi con cui l‟energia viene consumata nelle abitazioni dipendono principalmente dal tipo di struttura, dalla zona climatica e dal livello di sviluppo della Nazione in cui ci troviamo. Oggi giorno, la fase di vita di un‟abitazione che consuma più energia non è la fase costruttiva o quella demolitiva, ma quella operativa. Le quantità maggiore di energia viene, infatti, consumata durante la “vita” di una casa per riscaldare, raffreddare, illuminare e produrre acqua calda sanitaria, creando in questo modo la condizioni di benessere e confort abitativo che le persone richiedono. A fronte di questa situazione, è necessario costruire moderne abitazioni assai efficienti dal punto di vista energetico e ristrutturare, ove sia possibile, quelle esistenti, seguendo i criteri della sostenibilità. Le soluzioni tecniche oggi disponibili sono assai numerose, ma richiedono ogni volta degli accorgimenti per poterle adattare alle singole situazioni che si possono incontrare ottenendo così il risultato migliore. Tra le strategie più applicate possiamo menzionare: isolamento termico delle pareti, infissi e finestre che garantiscano una limitata dispersione di calore, sistemi di recupero del calore, sistemi per l‟utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Queste strategie possono essere applicate sia in climi caldi sia freddi. L‟utilizzo di queste soluzioni tecnologiche deve essere assolutamente incoraggiato da una corretta politica energetica che stimoli ed educhi la popolazione verso il risparmio energetico. Abbinando l‟uso di efficienti soluzioni energetiche e un comportamento virtuoso da parte della popolazione si possono ottenere gradi risultati. Poiché il consumo energetico individuale dipende da numerosi fattori come le condizioni socio-economiche e il livello culturale, si rende assolutamente necessario anche un corretto processo di educazione e sensibilizzazione dell‟opinione pubblica. La diffusione di queste idee e soluzioni tecnologiche sull‟efficienza energetica trova ancora numerose barriere non solo economiche ma anche burocratiche come un incremento dei costi di costruzione e ristrutturazione, una mancanza d‟informazione a tutti i livelli di soluzioni energia efficienti ed iter burocratici che alle volte richiedono tempi eccessivamente lunghi. E‟chiaro che non esistono soluzioni universali per risolvere il problema dell‟efficienza energetica degli edifici. E‟ possibile però stabilire delle linee guida generali che facciano da contorno a misure più specifiche che tengano conto delle differenze climatiche, economiche, demografiche sociali e tecnologiche che vi sono tra differenti zone del nostro pianeta.
Anteprima della tesi: La certificazione energetica in Emilia-Romagna, Pagina 1

Preview dalla tesi:

La certificazione energetica in Emilia-Romagna

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gianluca Magrini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Scienze Ambientali
  Corso: Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura
  Relatore: Giampietro Fusillo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 139

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi