Disturbi del comportamento, fenomeni aggressivi e fattori di rischio. Un'indagine della corrispondenza tra letteratura e dati clinici di un'ASL del Piemonte.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 CAPITOLO 1. Classificazione diagnostica e diagnosi differenziale dei Disturbi da Deficit di Attenzione e da Comportamento Dirompente con riferimento ai fattori di rischio socio-culturali. Nella quarta versione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM- IV), pubblicato dall‟Associazione Psichiatrica Americana (APA, 1994), i Disturbi da Deficit di Attenzione e da Comportamento Dirompente vengono classificati sull‟Asse I, nella parte dedicata ai Disturbi Diagnosticati nell‟Infanzia, nella Fanciullezza o nell‟Adolescenza. L‟International Statistical Classification of Deaseases and Related Health Problems, decima edizione (ICD-10), della World Health Organization (WHO, 1992), classifica i disturbi qui considerati all‟interno della categoria dei “Disturbi Comportamentali dell‟Infanzia e dell‟Adolescenza”, anch‟essa appartenente all‟Asse I. L‟obiettivo di questo primo capitolo è quello di mettere in luce i possibili fattori di rischio implicati nell‟insorgenza dei disturbi del comportamento infantile e le conseguenze di tali disturbi sul funzionamento globale dei soggetti che ne sono colpiti, con particolare riferimento al ruolo che il Disturbo della Condotta, nello specifico, giocherebbe nel favorire, in età adulta, l‟insorgere del Disturbo Antisociale di Personalità, di cui è considerato il precursore. Come verrà infatti qui di seguito approfondito, diversi studi condotti da ricercatori americani, e del resto la stessa diagnosi di Disturbo Antisociale di Personalità secondo il DSM-IV, sottolineano la presenza di un continuum tra il Disturbo della Condotta in età infantile e i Disturbi di Personalità, in particolare quelli appartenenti al Cluster B (con specifico riferimento alla personalità antisociale), in età adulta. Nella seconda parte del capitolo verrà presentata una breve ma necessaria rivisitazione della classificazione più prettamente descrittiva dei disturbi esaminati.

Anteprima della Tesi di Anna Allocca

Anteprima della tesi: Disturbi del comportamento, fenomeni aggressivi e fattori di rischio. Un'indagine della corrispondenza tra letteratura e dati clinici di un'ASL del Piemonte., Pagina 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Anna Allocca Contatta »

Composta da 217 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2858 click dal 18/03/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.