Il ruolo dell'Italia nel commercio internazionale di armi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9  commenti: possono includere il valore finanziario dell’accordo, l’utilizzo degli armamenti in oggetto, se si tratta di donazione, ecc. Il SIPRI ha sviluppato un indice del commercio di armi denominato TIV12 che è espresso in dollari americani ai valori costanti del 1990. Esso però non rispecchia il valore delle transazioni monetarie ufficiali, ma piuttosto fornisce una stima del volume delle armi trasferite. Infatti sulla base di una serie di fonti (che elencheremo più avanti) è lo staff di esperti del SIPRI che opera una stima delle armi trasferite nell’anno solare. L’indice TIV è calcolato sul volume di armi fisicamente trasferite da un territorio all’altro, includendo pertanto anche il volume di armi che non è oggetto di alcuna transazione monetaria ma che costituisce donazioni o che comunque sono trasferite unilateralmente in seno a più ampi accordi di cooperazione tra Paesi. Il dato interessante, inoltre, è che per mezzo di questo collaudato procedimento il SIPRI riesce a fornire anche una stima del volume di armi trasferita anche a soggetti non statuali quali gruppi ribelli e movimenti rivoluzionari. Grazie all’accuratezza dei dati, è possibile effettuare ricerche sul trasferimento di armi da e per qualsiasi Stato o eventualmente gruppo armato. Inoltre è possibile scegliere una ricerca suddivisa per armi se si è interessati a un particolare tipo di manifattura militare. Col passare degli anni il SIPRI ha prodotto anche database sulle aziende militari, sui loro conti e sulla loro produzione13. Ha anche dati riguardanti le spese militari, il numero di soldati di ogni Stato, la quantità e le tipologie di armi che hanno a disposizione14. Il database del SIPRI raccoglie però i dati sui trasferimenti di alcuni tipi di armamenti15: 12 http://www.sipri.org/databases/armstransfers/background/explanations2_default 13 http://www.sipri.org/databases/top100 14 http://first.sipri.org/ 15http://www.sipri.org/databases/armstransfers/background/explanations2_default

Anteprima della Tesi di Matteo La Frazia

Anteprima della tesi: Il ruolo dell'Italia nel commercio internazionale di armi, Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze linguistiche e letterature straniere

Autore: Matteo La Frazia Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5782 click dal 19/03/2010.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.